Descrizione

Il corso si propone come primo obiettivo di fornire strumenti generali per l'archeologia del Mediterraneo, in modo che il laureato possa svolgere:


  • attività operative di archeologia,


  • attività di coordinamento o direzione. 


Il corso è organizzato in 3 curricula: Classico; Pre Protostorico; Medievale



La specializzazione archeologica potrà realizzarsi in diversi ambiti disciplinari a seconda dell'interesse dello studente, in particolare l'archeologia preistorica, classica e medievale, curando inoltre la preparazione nell'uso di strumenti informatici per la ricerca archeologica e nella conoscenza di applicazioni di metodi archeometrici.



Nell'organizzazione dell'offerta formativa è predisposto un piano di studio modello per l'orientamento degli studenti, da personalizzare a seconda del percorso di studi prescelto.



In tal modo si intende favorire nei laureati la conoscenza delle fonti e degli strumenti critico-interpretativi nonché garantire la verifica dei risultati di apprendimento lungo tutto l'arco del corso, favorendo un approccio metodologico che avvii alla preparazione della prova finale.

Destinatari


Per l'ammissione al Corso di Laurea Magistrale in Archeologia è requisito il conseguimento del titolo di I livello in una delle seguenti classi di laurea:




  • Beni culturali 


  • Lettere 


  • Storia 



Requisiti

Per l'ammissione al Corso di Laurea Magistrale in Archeologia è necessario aver conseguito una laurea triennale

Metodologia

Il corso di laurea magistrale prevede insegnamenti organizzati sia sul modello frontale per l'apprendimento di discipline tecnico-operative sia sul modello seminariale che consenta la partecipazione attiva degli studenti tramite lavori di ricerca coordinati e seguiti dal docente.

Lingua

Italiano

Verifica didattica

Esame finale

Certificato

Laurea Magistrale in Archeologia

Prospettive di lavoro

I laureati del corso di laurea magistrale in Archeologia, oltre alle tradizionali occupazioni nel campo dell'insegnamento, sono avviati verso la specializzazione nel campo della ricerca e della carriera universitaria. Inoltre sono previsti sbocchi professionali negli enti e nelle istituzioni pubbliche e private preposte alla conservazione e valorizzazione del patrimonio archeologico, storico, artistico, documentario e monumentale (come Soprintendenze, Musei, Comuni, Province, Regioni, Fondazioni, Centri culturali), nei settori dei servizi culturali e del recupero di tradizioni e identità locali, anche con funzioni di alta dirigenza. In un'ottica più ampia si possono prevedere altri sbocchi nel giornalismo e nell'editoria, nelle aziende informatiche e turistiche specializzate nella diffusione dell'informazione in campo archeologico, storico e letterario.

Residenza all'estero


Sì, mi interessa

conoscere tutti i dettagli, prezzi, borse di studio, date e posti disponibili

Archeologia