Fondazione Minoprio Istituto Tecnico Superiore

Progettazione e conservazione del giardino e del paesaggio (Edizione 2017 - 2018)

Fondazione Minoprio Istituto Tecnico Superiore

Master
In aula
1500 Ore
  • Vertemate con Minoprio (Como)
5.500 €

Descrizione

Il master vanta una collaudata esperienza: fin dal 1996 era stato avviato un corso annuale di specializzazione per la formazione professionale post-laurea nel campo dell'architettura del paesaggio, dell'arte dei giardini e della tutela e gestione del paesaggio e dei giardini storici. Quella iniziale sperimentazione ha dato origine, dal 2003, al Master Universitario di primo livello in Progettazione e Conservazione del Giardino e del Paesaggio.

l master si fonda su due istituzioni storiche: la Fondazione Minoprio, la cui scuola è una delle più antiche in Italia nei settori orto-floro-vivaistico e agrario, e la Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano. Questo abbinamento è stato indispensabile per garantire agli studi sul paesaggio e progettazione del verde l'integrazione tra discipline che sono alla base della formazione paesaggistica. Il master si svolge nella sede di Minoprio, in provincia di Como, il cui parco e le cui serre sono il laboratorio per la conoscenza dei materiali vegetali con cui si progetta: i docenti della Scuola trasmettono questa conoscenza. La componente formativa relativa alla progettazione e alla cultura storica, senza le quali non si può operare nel territorio italiano, sono sviluppate da docenti del Politecnico e da liberi professionisti. Nel lungo periodo di attivazione, hanno frequentato il master più di 250 laureati, che in buona parte oggi lavorano presso studi privati o enti pubblici in Italia e all'estero. È stato soprattutto grazie a loro e alla professionalità che hanno mostrato di possedere nei luoghi dove oggi collaborano che il master di Minoprio è stato conosciuto ed apprezzato presso i più importanti studi di progettazione del paesaggio italiani.


Programma

Il corso è articolato in cinque Unità didattiche e un tirocinio formativo.


1- Riconoscimento ed impiego delle piante ornamentali: 175 ore, di cui 45 di aula, 45 di laboratorio e 85 di studio individuale. Obiettivi: acquisizione di competenze di base e tecnico-professionali relative a classificazione, riconoscimento caratteristiche ed impiego delle principali essenze arboree, arbustive ed erbacee utilizzate a scopo ornamentale nella creazione di parchi e giardini. Contenuti: esame dei criteri per l'identificazione delle piante, tra cui le chiavi dicotomiche; studio delle caratteristiche e dell'impiego in parchi e giardini delle più comuni essenze vegetali arboree, arbustive ed erbacee; frequenti lezioni in parchi e giardini per l'osservazione diretta del materiale vegetale.

2- Analisi e progettazione paesaggistica: 300 ore, di cui 75 di aula, 115 di laboratorio e 110 di studio individuale. Obiettivi: acquisizione di competenze tecnico-professionali quali capacità di coordinamento e di gestione delle componenti e delle fasi della progettazione di spazi verdi o ambiti paesaggistici, alle diverse scale; capacità di sviluppo degli aspetti progettuali connessi con le specifiche conoscenze disciplinari del precedente iter formativo; capacità di impostare una metodologia progettuale di spazi verdi, giardini e parchi ad uso collettivo. Contenuti: Autocad base, analisi dei differenti contesti paesaggistici; analisi delle componenti funzionali, tecniche, estetico-compositive, economiche e socio-culturali del progetto; lettura, interpretazione e valutazione degli elaborati progettuali ed acquisizione delle diverse tecniche e modalità di rappresentazione progettuale e comunicazione dei lavori al cliente.

3- Verde pubblico: 300 ore, di cui 120 di aula, 50 di laboratorio e 130 di studio individuale. Obiettivi: acquisizione di competenze di base e tecnico-professionali relative alle tecniche di impianto, manutenzione e difesa delle aree verdi pubbliche; capacità di organizzazione e gestione di un cantiere di lavoro secondo le più recenti normative; capacità di progettazione di giardini; capacità di definire un computo metrico estimativo. Contenuti: scelta e capacità di applicazione in un progetto degli interventi di drenaggio, fertilizzazione, sistemi di ancoraggio e legatura delle piante; analisi delle principali categorie di piante utilizzate negli impianti a verde, secondo criteri per i vari usi e situazioni d'impiego; tecniche di manutenzione e, in particolare, di potatura e concimazione; tecniche di pavimentazione e di arredo non vegetale; tecniche d'illuminazione e d'irrigazione delle aree verdi; principali patologie delle piante ornamentali e relativi sistemi di cura; normative sugli appalti e sulla gestione e la sicurezza nei cantieri di lavoro.

4- Storia e restauro del giardino: 275 ore, di cui 45 di aula, 45 di laboratorio e 185 di studio individuale. Obiettivi: acquisizione di competenze tecnico-professionali relative alla storia, al rilievo e al progetto di restauro di un giardino storico. Contenuti: studio dei principali episodi della storia del giardino e del paesaggio europei; analisi delle attuali teorie del restauro, con particolare riferimento al restauro paesaggistico; metodologie per lo studio e la redazione di un progetto di manutenzione, gestione e/o restauro di un giardino storico attraverso la pratica di tutte le fasi, dal rilievo geometrico, materico e botanico, all'elaborazione di mappe tematiche (fitosanitarie, di evoluzione storica del sito, di interpretazione della sua architettura), per la definizione dei costi di intervento e di gestione a regime.

5- Tutela e conservazione del paesaggio: 150 ore, di cui 45 di aula, 15 di laboratorio e 90 di studio individuale. Obiettivi: acquisizione di competenze tecnico-professionali sul recupero del paesaggio e sulla sua tutela. Contenuti: il concetto di paesaggio; l'archeologia del paesaggio; la conservazione del paesaggio come nuova frontiera del restauro architettonico; paesaggio antropico, ambiente, natura: concetto di multifunzionalità del paesaggio; fonti per lo studio dei paesaggi antropici; analisi di paesaggi antropici italiani; tutela, conservazione e riuso di paesaggi storici; piani di settore e codici di pratica; analisi critica di casi studio. 

Competenze

La figura professionale che il Master si propone di formare lavorerà presso Enti pubblici, studi professionali o imprese specializzate nella progettazione di nuove realizzazioni e di interventi di recupero nel settore del verde naturale ed ornamentale su diverse scale.

Requisiti

l Master universitario è riservato a candidati in possesso di Diploma universitario o Laurea V.O., Laurea o Laurea Specialistica/Magistrale N.O. in Architettura, Ingegneria Civile, Ingegneria Edile, Ingegneria Ambientale, Ingegneria Forestale, Pianificazione Territoriale, Disegno Industriale, Scienze/Tecnologie Agrarie, Scienze Forestali, Scienze Ambientali, Scienze Naturali, Scienze Biologiche ad indirizzo biologicoecologico. E' facoltà della commissione di selezione ammettere laureati o diplomati universitari di altre provenienze, purché compatibili con il percorso didattico e/o dotati di curriculum vitae coerente con lo stesso. Per i candidati stranieri saranno considerati titoli di studio equivalenti nei rispettivi ordinamenti degli studi.


Prova di ammissione

La selezione si baserà su un test di analisi paesaggistica, un test di riconoscimento piante ornamentali e un colloquio; sarà valutata anche la votazione di laurea.

Metodologia

Lezioni d'aula, laboratori e stage.

Lingua

Italiano

Verifica didattica

Esame finale

Orario / turno

Il corso inizierà il 22 febbraio 2017 e terminerò il 28 febbraio 2018.
Articolazione giornaliera: mercoledì, giovedì e venerdì dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00.
La frequenza è obbligatoria (la mancata frequenza del 25 % delle ore non dà diritto all'ammissione all'esame finale).

Posti disponibili

25

Durata

Il corso prevede: 330 ore di formazione in aula, 270 ore di laboratorio (esercitazioni pratiche e visite guidate), 300 ore di Stage e 600 ore di
studio individuale.

Obiettivi

Il progetto del Master risponde alla richiesta sempre più pressante negli ultimi anni di esperti paesaggisti in grado di operare nell'ambito pubblico e privato per la salvaguardia e valorizzazione del paesaggio e dei parchi storici e per lo sviluppo di nuovi progetti nel settore del verde naturale e ornamentale su diverse scale.

l corso prevede la formazione di esperti in grado di conoscere le specie utilizzate nelle opere a verde, di analizzare le componenti del paesaggio ed eseguire progetti per la creazione di parchi, giardini e nuovi spazi verdi con innovative soluzioni organizzative e tecniche, di intervenire per il recupero e la tutela di beni culturali quali parchi storici ed architetture vegetali, di programmare e gestire nuovi impianti e manutenzioni, di condurre cantieri operativi.


Certificato

Al termine del corso, al superamento dell'esame finale verrà rilasciato il diploma di Master universitario di I livello in "Progettazione e conservazione del giardino e del paesaggio".

Prospettive di lavoro

Gli sbocchi occupazionali prevalenti sono verso gli studi, le imprese e gli enti che si occupano di progettazione, recupero e manutenzione del verde pubblico e privato. Numerosi sono gli Enti (in particolare Comuni e Parchi Regionali), gli studi professionali e le imprese che si occupano di interventi sull'ambiente ed il paesaggio, i quali, attraverso l'attivazione dei tirocini formativi e la formazione nel progetto di esperti specializzati nei settori della protezione e del recupero ambientale, offrono già ampia collaborazione e, in numerosi casi, hanno già attinto a professionalità analoghe a quelle preparate nei precedenti corsi post-laurea.

Prezzo

5.500 €
La quota di iscrizione al Master e di 5.500,00 euro, pagabile in 2 rate.

Sì, mi interessa

conoscere tutti i dettagli, prezzi, borse di studio, date e posti disponibili

Progettazione e conservazione del giardino e del paesaggio (Edizione 2017 - 2018)

Progettazione e conservazione del giardino e del paesaggio (Edizione 2017 - 2018)