Raccontare - Gestione dell'immaginazione

Scuola Holden

Descrizione



"O immaginazione, che hai il potere d'importi alle nostre facoltà e alla nostra volontà e di rapirci in un mondo interiore strappandoci al mondo esterno, tanto che anche se suonassero mille trombe non ce ne accorgeremmo, da dove provengono i messaggi visivi che tu ricevi, quando essi non sono formati da sensazioni depositate nella memoria."

Italo Calvino, Lezioni americane, Mondadori 1999 (p. 92)





Interventi

Diego De Silva: Basta guardare

Si parte da un tentativo di definire l'immaginazione come proiezione affettiva di un disagio nel rapporto con le cose: quanto l'aspettativa emozionale conti nell'attività creativa e quale rilievo abbia l'intelligenza nella gestione di un'occasione d'immaginazione. Si tenta poi, attraverso riferimenti letterari ed esempi concreti, di distinguere tra i diversi punti di origine dell'immaginazione: dall'immagine intesa nella sua accezione letterale (una scena vera e propria, cioè) all'associazione, alla riflessione e all'intuizione.



Matteo Galiazzo: (di) gestione dell'immaginazione

Cosa succede a uno che scrive narrativa prima che si metta a scrivere? Questo pezzo tenta di rispondere proprio a questa domanda, illustrando il tema della progettazione del racconto, cioè di quella fase completamente neuroctona che precede la stesura materiale del testo. Lo spunto per una storia spesso è una semplicissima frase soggetto.verbo.aggettivo. Per mezzo di alcune semplici tecniche magiche da utilizzare sulla frase di partenza (rovesciamento, errori e fraintendimenti, metafore, attualizzazione, estensione) sarete subito in grado di capire la cosa giusta da raccontare, lo spunto perfetto, quello che una volta beccato poi il racconto praticamente si scrive da solo.



Giulio Mozzi: La composizione narrativa

Dice la tradizione: rem tene, verba sequentur: se ci hai le cose da dire, le parole verranno. Ma le cose da dire bisogna farsele venire in mente; e quando ci sono venute in mente, bisogna esplorarle, allargarle, completarle. Giulio Mozzi espone alcune semplici procedure con le quali si può aumentare la propria capacità di invenzione.

Durata

Tempo massimo per la conclusione del corso (a partire dall'attivazione): 4 mesi

Sì, mi interessa

conoscere tutti i dettagli, prezzi, borse di studio, date e posti disponibili

Raccontare - Gestione dell'immaginazione

Per completare la richiesta deve accettare la politica sulla privacy
Inviando questo modulo accetti di ricevere regolarmente informazioni da Educaweb relative a questi corsi.
Ti raccomandiamo anche questi corsi

Raccontare - Gestione dell'immaginazione