Gestione attuazione e controllo dei fondi strutturali 2014-2020

Descrizione

I Fondi dell'Unione Europea costituiscono, soprattutto nell'attuale contesto economico, una delle I Fondi dell'Unione Europea costituiscono, soprattutto nell'attuale contesto economico, una delle principali fonti di finanziamento per molti degli interventi pubblici promossi dalle Amministrazioni centrali, regionali e dagli Enti locali. In particolare, il nuovo periodo di Programmazione 2014–2020, oltre ad offrire nuove opportunità in tutti i settori interessati dai fondi, presenta molte novità rispetto al passato.

Alla luce delle sempre maggiori conoscenze e competenze richieste per l'attuazione, la gestione e il controllo degli interventi cofinanziati dai fondi comunitari, con questo Master vengono approfondite le principali tematiche di interesse per gli stakeholder (Amministrazioni pubbliche e private, beneficiari dei finanziamenti, ecc.).

L'attuazione e la gestione efficace di un programma o di singoli progetti è, infatti, possibile solo nella misura in cui si conoscono a fondo le regole e le procedure che governano la programmazione comunitaria nonché ruoli, responsabilità e competenze delle Autorità individuate dai regolamenti comunitari (Autorità di gestione e controllo, Autorità di certificazione e Autorità di audit) e dei principali organismi coinvolti.

Il Master si propone, quindi, di esaminare i principali aspetti relativi a tutti i Fondi strutturali e di investimento europeo – Fondi SIE (FSE- Fondo sociale europeo, FESR - Fondo europeo di sviluppo regionale, FEASR - Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e FEAMP - Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca) ed approfondire gli aspetti specifici connessi all'Accordo di partenariato, ai singoli Programmi operativi ed alle nuove regole per la gestione ed attuazione degli interventi per il periodo 2014-20. per molti degli interventi pubblici promossi dalle Amministrazioni centrali, regionali e dagli Enti locali. In particolare, il nuovo periodo di Programmazione 2014–2020, oltre ad offrire nuove opportunità in tutti i settori interessati dai fondi, presenta molte novità rispetto al passato.

Particolare attenzione sarà posta ai Fondi strutturali europei (FSE e FESR), in quanto rappresentano il principale strumento attraverso cui l'Unione Europea concorre al finanziamento di grandi programmi e progetti finalizzati a favorire la crescita e l'occupazione di tutte le Regioni d'Italia (da quelle più sviluppate del Centro-Nord a quelle meno sviluppate del Mezzogiorno), nonché al rafforzamento della Cooperazione territoriale europea. I Fondi strutturali costituiscono un opportunità ad ampio raggio, infatti il campo di applicazione è molto ampio, sia dal punto di vista temporale (la loro durata si estende dal 1/1/2014 al 31/12/2023), sia dal quello settoriale (si va dai progetti infrastrutturali, ai servizi pubblici, alla scuola, ricerca, formazione e qualificazione delle risorse umane, agli aiuti diretti a diversi settori produttivi, ecc.). A ciò si aggiunge tendenza, in particolare degli ultimi anni, ad estendere l'utilizzo dei meccanismi che regolano i fondi strutturali alle altre fondi di finanziamento, dal momento che molti programmatori, nazionali e regionali, stanno sempre più adottando regole comuni per la gestione dei finanziamenti pubblici, anche al fine di assicurare il raggiungimento dei target imposti a livello comunitario ed il necessario overbooking dei programmi operativi.

Pertanto, la finalità principale del Master è quella di fornire una conoscenza pratica ed operativa approfondita sull'evoluzione della programmazione comunitaria dal periodo 2007-13 al periodo 2014-20sugli aspetti connessi alla chiusura della programmazione 2007-13, sul nuovo sistema di gestione e controllo, sulle nuove regole di ammissibilità delle spese e su tematiche specifiche particolarmente rilevanti e complesse, quali: appalti pubblici, le varianti, strumenti finanziari, performance framework, aiuti di Stato e Servizi di interesse economico generale, ecc.


Programma

Programma dettagliato del corso suddiviso in 4 moduli:
 

I Modulo - STRATEGIA, OBIETTIVI E QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO (2 giorni). 

  • Il periodo di programmazione 2014-2020 - aspetti generali: Europa 2020: strategie, obiettivi e priorità. Il Quadro strategico comune ed i Regolamenti 2014-20. L'Accordo di partenariato e i Programmi operativi 2014-20. I Programmi complementari. Obiettivi e priorità di investimento.
  • La programmazione operativa, i contenuti e le modalità d'accesso dei programmi operativi regionali e nazionali: analisi di alcuni programmi operativi finanziati dal FESR e dal FSE a livello nazionale e regionale e individuazione della struttura logica dei programmi e le procedure di gestione e accesso ai finanziamenti. Il performance framework: i principi, le modalità di calcolo, le sanzioni.Cenni sul sistema di gestione e controllo. Funzioni dell'Autorità di gestione e controllo, dell'Autorità di certificazione e dell'Autorità di audit.
II Modulo - I SISTEMI DI GESTIONE E CONTROLLO DEI PROGRAMMI: ADEMPIMENTI E VINCOLI NORMATIVI (2 giorni)
 
  • Il sistema di gestione e controllo dei programmi 2014–2020: principi generali dei sistemi di gestione e controllo. Funzioni dell'Autorità di gestione e controllo, dell'Autorità di Certificazione e dell'Autorità di audit. I requisiti e il processo di designazione delle Autorità. Delega di potere e disposizioni di attuazione e atti d'esecuzione. La gestione finanziaria, liquidazione dei conti, rettifiche finanziarie e disimpegno. Interruzione dei termini di pagamento e sospensione dei pagamenti. Irregolarità e recuperi.
  • Il sistema dei controlli della programmazione 2014-20: i controlli di I livello. I controlli di II livello. Le check list di controllo. Metodologie di campionamento delle operazioni da sottoporre a controllo nell'ambito dei controlli di I e di II livello. La metodologia per l'individuazione dei rischi nell'ambito delle misure antifrode e la gestione dei rischi.
III Modulo - LE REGOLE DI AMMISSIBILITA' DELLE SPESE DEI FONDI STRUTTURALI (2 giorni)
  • La norma nazionale di ammissibilità delle spese per i fondi SIE. Ambito di intervento ed ammissibilità delle spese FESR per il periodo 2014-2020: norme specifiche relative al FESR. Le forme di sostegno dei fondi strutturali e le forme di sovvenzioni. Operazioni che generano entrate nette. Stabilità degli interventi. Cenni sulla gestione e controllo degli strumenti finanziari.
  • Ambito di intervento ed ammissibilità delle spese FSE per il periodo 2014-20: l'ammissibilità delle spese per il FSE. La normativa comunitaria e nazionale di riferimento per l'ammissibilità della spesa. Le novità nell'utilizzo delle misure di semplificazione: tabelle standard di costi unitari, somme forfettarie, finanziamenti a tasso forfettario.
Modulo IV - FONDI STRUTTURALI: LE PROCEDURE DI SELEZIONE E GLI AIUTI DI STATO (2 giorni).
  • Le procedure ad evidenza pubblica: gli appalti e le sovvenzioni. La disciplina applicabile ai fondi strutturali. Cenni sulle direttive comunitarie i materia di appalti pubblici (Direttiva 2014/24/UE), di utilities (Direttiva 2014/25/UE) e di aggiudicazione dei contratti di concessione (Direttiva 2014/23/UE). Il loro recepimento nella normativa nazionale: il d.l.vo 50/16. Aspetti principali dei contratti pubblici e le norme specifiche che disciplinano il procedimento amministrativo nell'ambito dei fondi strutturali. Le principali criticità riscontrate e la posizione assunta dalla Commissione europea. Le varianti in corso d'opera. Rettifiche forfettarie applicabili in materia di appalti pubblici. 
  • Gli aiuti di Stato e i servizi d'interesse economico generale (SIEG): la definizione e il campo di applicazione degli aiuti di Stato. Le disposizioni specifiche per le diverse categorie di aiuto. Gli aiuti de minimis. La definizione dei servizi di interesse generale. L'applicazione ai SIEG delle norme in materia di aiuti di Stato e agli appalti.

Destinatari

Il master si rivolge a persone provenienti sia dal settore pubblico che privato:



  • Settore pubblico: Ministeri, Regioni, Province, Comunità montane, Comuni, Società pubbliche e a partecipazione pubblica, Enti e istituti di ricerca, formazione, Università, agenzie di sviluppo, ecc.

  • Settore privato: società di consulenza e assistenza tecnica, Società di revisione, agenzie di sviluppo private, singoli professionisti, ecc. Il programma è rivolto in particolare a: beneficiari pubblici e privati o singoli operatori privati che partecipano o che sono interessati a partecipare ai programmi cofinanziati dai Fondi strutturali o a svolgere attività di assistenza e supporto nei confronti delle Autorità coinvolte nella gestione e controllo dei programmi.



Orario / turno

Il corso si svolgerà con i seguenti orari: 9,00 – 14,30.

Durata

Il corso ha una durata di 8 lezioni, che si svolgeranno nei seguenti periodi:
8-9 maggio 2017 - 25-26 maggio 2017
8-9 giugno 2017 - 26-27 giugno 2017

Obiettivi

I partecipanti, attraverso il percorso formativo che prevede sempre esercitazioni con casi concreti e momenti di confronto, avranno la possibilità di approfondire le diverse tematiche sia attraverso l'analisi guidata della documentazione prodotta dagli organismi comunitari e nazionali, sia attraverso specifiche simulazioni e/o esercitazioni su temi specifici.

Prezzo

1.500 €
Il corso ha un costo di euro 1.500,00 + IVA (la quota è esente da IVA se corrisposta da Enti pubblici).

Sì, mi interessa

conoscere tutti i dettagli, prezzi, borse di studio, date e posti disponibili

Gestione attuazione e controllo dei fondi strutturali 2014-2020