Portiere

Descrizione
Il portiere si occupa dei servizi di custodia, controllo degli ingressi e pulizia, in edifici privati o pubblici.
Attività lavorativa
Il portiere svolge la sua attività in edifici pubblici e privati, come condomini, palazzi di uffici e a uso commerciale, palazzi pubblici ecc.

In generale, i compiti del portiere possono essere:
- Vigilare sull'edificio e controllarne gli accessi (di persone e veicoli).
- Fornire assistenza e informazioni a visitatori e condomini.
- Sorvegliare il corretto uso del citofono e il funzionamento dell'ascensore e del montacarichi.
- Custodire l'edificio, controllando che tutto funzioni e segnalando eventuali problemi e riparazioni necessarie al datore di lavoro.
- Controllare il rispetto del regolamento interno.
- Ritirare e distribuire la posta ordinaria e straordinaria e i messaggi lasciati in portineria.
- Svolgere piccoli lavori di manutenzione e riparazione (che non richiedono competenze specifiche).
- Mantenere in ordine e puliti gli spazi comuni dell'edificio, come l'androne, le scale, i cortili, ecc..
- Pulire e innaffiare gli spazi verdi.
In edifici ad uso commerciale (uffici e negozi) ed edifici pubblici, di norma, non si occupa delle pulizie degli spazi comuni, assegnate a personale specifico, ma può svolgere altre funzioni come rilasciare i tesserini di accesso ai visitatori, fornire informazioni su dove si trovano gli uffici e annunciare le visite agli impiegati.

Il portiere lavora quasi sempre da solo, all'interno dell'edificio del quale è responsabile e negli spazi esterni adiacenti. Ha però continui contatti con il pubblico: i condomini e le persone che lavorano nel palazzo, i postini e i pony express, i clienti e i visitatori.

Pur dovendo svolgere compiti precisi e ben definiti, ha una certa autonomia nell'organizzazione del proprio lavoro.

Nell'edificio, il portiere ha a sua disposizione una guardiola, ossia un piccolo vano o spazio, di norma vicino all'ingresso. Per la particolarità del suo ruolo, può anche avere un alloggio nell'edificio stesso, previsto nel contratto e fornito gratuitamente dal datore di lavoro.

L'orario di lavoro può variare in base alle necessità specifiche dell'edificio, ma ci sono dei parametri generali fissati con il Contratto Collettivo Nazionale per la categoria.

Di norma, il portiere lavora per un massimo di 48 ore settimanali nella fascia oraria giornaliera che va dalle 7 alle 20.
Profilo professionale
Per svolgere questa professione dovrai acquisire nozioni e capacità che riguardano:
- La struttura dell'edificio e dei suoi spazi.
- Gli strumenti per lo svolgimento dei compiti e il loro uso.
- I regolamenti interni dell'edificio.
- Le norme di accesso (orari, gestione dei visitatori ecc.).
- Il funzionamento delle apparecchiature dell'edificio, come gli ascensori, i montacarichi, la strumentazione per la videosorveglianza.

E' fondamentale inoltre:
- Conoscere le norme di sicurezza (come comportarsi, per esempio, in caso di incendio).
- Essere affidabili e avere senso di responsabilità, dovendo gestire gli accessi delle persone esterne alla struttura, controllare il funzionamento delle apparecchiature e fornire assistenza in caso di bisogno a condomini e visitatori.
- Dimostrare apertura e disponibilità verso gli altri, cortesia e spirito collaborativo.
- Essere una persona paziente e capace di mantenere la calma, perché molto spesso ti verranno esposti problemi e necessità e non sempre in maniera serena.
Corsi correlati