Tagliatore a macchina

Descrizione
Il tagliatore a macchina si occupa di tagliare i tessuti sulla base di precisi modelli. Lavora per aziende tessili o di confezioni.
Attività lavorativa
Il tagliatore a macchina è inserito nel reparto taglio di aziende tessili e d'abbigliamento.
Si occupa di sistemare correttamente la stoffa su appositi rulli scorrevoli e tagliare i tessuti servendosi di stampi di diverse misure raffiguranti il capo d'abbigliamento da creare.

Nello svolgimento dell'attività deve controllare costantemente il posizionamento della stoffa che, fissata ai lati delle macchine faldatrici, scorre tesa sotto le lame delle taglierine pronte al taglio dei capi.

I pezzi di stoffa tagliati vengono successivamente posizionati su appositi carrelli ed assemblati dal personale competente per essere successivamente cuciti.

Per ottenere buoni risultati il tagliatore a macchina sostituisce spesso le lame usurate ed effettua dei continui controlli sui macchinari, i quali vanno costantemente regolati manualmente o elettronicamente a seconda dello spessore del tessuto.

E' un lavoro fatto in serie e, pertanto, deve prestare molta attenzione nella regolazione delle lame delle macchine saldatrici, che devono eseguire tagli perfetti ed identici sui tessuti.

Il tagliatore lavora in condizioni di elevata autonomia e responsabilità poiché si occupa da solo di svolgere le proprie mansioni. La sua capacità decisionale è, invece, più limitata perché è tenuto a seguire le indicazioni operative impartite dal caporeparto o dal titolare, ai quali risponde del proprio operato.

Il tagliatore a macchina si relaziona con il caporeparto e con gli altri colleghi. In alcuni casi i contatti si estendono anche ai titolari dell'azienda e ai fornitori esterni.
Il posto di lavoro è piuttosto rumoroso, a causa del funzionamento continuo dei macchinari, e polveroso per i piccoli residui di tessuti provocati dal taglio delle stoffe.

È un'attività molto faticosa e, a lungo andare, può provocare dei problemi alla vista e alla schiena degli operatori che lavorano nella stessa posizione per molte ore di seguito.

Utilizza principalmente degli strumenti meccanici e spesso di tratta di macchine a controllo numerico. Le macchine saldatrici, ad esempio, sono spesso controllate elettronicamente e possono essere impostate direttamente dall'operatore; ma si serve anche di stampi e modelli, di diversi tipi di lame, di taglierine a sego e a nastro e di presse.
Profilo professionale
Per svolgere questa attività è necessario che tu sia in possesso di conoscenze informatiche di base utili per programmare i macchinari automatizzati utilizzati in azienda.

Dovrai inoltre:
- Saper distinguere i diversi tipi di stoffe e le relative tecniche di lavorazione.
- Possedere nozioni di taglio e cucito industriale.
- Saper regolare le lame in modo da tagliare i tessuti con precisione e senza sbavature.
- Essere preciso, per poter lavorare in un contesto lavorativo di produzione in serie e a catena.
- Conoscere l'intero processo produttivo e dimostrare
flessibilità nel sostituire gli operai impiegati in altri settori.
- Avere buone capacità manuali.
- Conoscere e rispettare la normativa sulla sicurezza presente in azienda adottando tutti gli accorgimenti previsti dalla legge per salvaguardare la salute dei lavoratori: tappi per le orecchie, guanti di protezione, scarpe antinfortunistica, ecc.

Devi possedere inoltre delle buone capacità relazionali per rapportarti adeguatamente con i colleghi ed i datori di lavoro.
Corsi correlati