Vivaista

Descrizione
I vivaisti coltivano la frutta, gli ortaggi, i fiori, le piante ornamentali, gli alberi e gli arbusti per rivenderli. Lavorano nelle aziende ortofrutticole, nei vivai e nei garden centre. Piantano i semi e i bulbi, potano le piante, applicano i fertilizzanti, fanno i raccolti, suddividono le piante in base alla dimensione e alla qualità e le preparano per la vendita.
Attività lavorativa
La struttura logistica e operativa di un vivaio è complessa e variabile, in funzione del livello di specializzazione e dell'indirizzo produttivo. In generale l'azienda si suddivide in più settori, ciascuno organizzato per assolvere ad una determinata fase del ciclo.

Le collezioni sono appezzamenti coltivati che ospitano le piante madri, da cui si preleva il materiale di prima. Poi ci sono il semenzaio, destinato alla prima propagazione dei semenzali, e il barbatellaio, destinato alla produzione delle barbatelle, in gran parte ottenute per taleaggio. E' possibile che queste strutture siano inserite in aziende agricole più ampie e dunque ai vivaisti può essere chiesto di occuparsi anche di altri lavori nel corso dell'anno, a seconda delle esigenze complessive dell'azienda e dei cicli produttivi.

La massima parte del lavoro dei vivaisti consiste nel curare le piante, nell'annaffiarle, nutrirle e controllare che non siano infestate da insetti nocivi, ricorrendo, nel caso, a disinfestanti chimici (anche se i metodi biologici di controllo prevedono di impiegare altri insetti per eliminare quelli dannosi).

Nelle serre i vivaisti curano i prodotti che non potrebbero crescere all'aperto in tutti i periodi dell'anno, come i pomodori, i cetrioli e certi tipi di fiori. Controllano, attraverso un computer, l'annaffiatura, l'illuminazione e l'umidità dei prodotti, coperti da strutture di vetro o da teloni di plastica.

Alcuni vivaisti si occupano della propagazione, ossia della produzione di nuove piante ottenute interrando semi e bulbi, coltivando talee o facendo innesti.

I vivaisti possono fare i raccolti manualmente o usando macchine, a seconda del tipo di raccolto. Ad esempio, in un vivaio di grandi dimensioni o su terreni estesi per la produzione di ortaggi all'aperto, usano spesso le macchine per arare, piantare e raccogliere i prodotti.

Dopo il raccolto, spesso, impacchettano i prodotti e li immagazzinano, pronti per essere mandati al mercato o ai rivenditori, ad esempio ai magazzini dei supermercati.

Alcuni guidano trattori e carrelli elevatori per trasportare ad esempio, nell'area interna all'azienda, le sementi, i fertilizzanti e i raccolti.
Profilo professionale
Per fare il vivaista devi:
- Essere interessato alle piante.
- Conoscerle.
- Distinguerle e, per ognuna, sapere come crescerla e controllare gli insetti nocivi.

E' importante inoltre:
- Avere una buona forma fisica, per poter scavare il terreno, sollevare e trasportare pesi.
- Avere la patente, per essere in grado di guidare macchinari come i trattori o le raccoglitrici meccaniche.
- Saper lavorare per conto proprio ma anche in gruppo.
- Essere disposto a lavorare in ambienti umidi, come le serre, molto caldi d'estate e molto freddi d'inverno, o all'aperto con qualsiasi condizione di tempo.