Scienze dell'universo (LM58)

Descrizione
Se dopo la laurea triennale desideri approfondire lo studio delle materie scientifiche, in particolar modo fisiche e hai uno spiccato interesse per l'astronomia, la laurea magistrale in Scienze dell'Universo potrebbe essere quella che più si avvicina alle tue passioni. Al termine di questi due anni, sarai in possesso di competenze elevate in tutte le materie della fisica, in particolar modo quelle legate allo studio degli astri e del sistema spaziale. Apprenderai inoltre sistemi complessi per il calcolo numerico che ti saranno utili per condurre indagini e raccogliere dati per elaborare modelli. A tale proposito, per consolidare competenze teoriche e pratiche, saranno fondamentali nella formazione anche attività sperimentali, di laboratorio o tirocini formativi esterni.
Piano di studi
In questa sezione alcune materie rappresentative per questo percorso di studi.
Anni:
2
Crediti formativi:
120
MaterieTipi di crediti
Astronomico-osservativo sperimentale
Astronomico teorico
Astronomico-tecnologico
Profilo professionale

Capacità

Buone basi di matematica, fisica e chimica; capacità di analisi e sintesi; capacità di ragionamento logico; capacità di astrazione.

Interessi

Interesse per le materie scientifiche e in particolare per l'astronomia.

Attitudini personali

Persona curiosa, dinamica, con spirito d'iniziativa; capace di concentrazione e di lavorare per obiettivi.
Settori professionali
A titolo orientativo ti presentiamo alcuni esempi di ambiti professionali, funzioni e attività che sono in linea con la preparazione fornita da questo percorso di studio, insieme a una descrizione delle prospettive di lavoro che offre.
Devi tenere in conto che queste infomazioni possono variare a seconda della posizione geografica e dell'andamento del settore.

Sbocchi professionali

I laureati in Scienze dell'Universo potranno svolgere lavori di progettazione nell'ambito industriale o dell'ambiente utilizzando le possibili applicazioni dell'astronomia e dell'astrofisica.

Funzioni e attività

Collaboratori e studiosi in attività di ricerca presso dipartimenti universitari, osservatori astronomici e istituzioni internazionali; tecnici presso industrie che si occupano di produzione di strumenti ottici, spaziali o medici, elettronici, meccanici, informatici; tecnici impegnati in attività di trasmissione ed elaborazione dati in ambito spaziale; insegnanti; fisici; astronomi ed astrofisici; collaboratori in agenzie che si occupano di divulgazione scientifica.

Prospettive lavorative

Le prospettive occupazionali per i corsi di laurea di questa classe sono buone.