GLI ACQUISTI DI BENI E SERVIZI NELLA P.A. TRAMITE CONVENZIONI CONSIP E SUL MERCATO ELETTRONICO (AGGIORNATO ALLA LEGGE N. 98/2013 - “DECRETO DEL FARE”)

EBIT Scuola di Formazione e Perfezionamento per la Pubblica Amministrazione

Corso di formazione professionale
In aula
  • 6
    -
    • Bari
    • Bologna
    • Firenze
    • Lecce
    • Milano
    • Roma

Descrizione




Gli acquisti di beni e servizi rappresentano la voce di spesa più consistente delle Amministrazioni Pubbliche e costituiscono una modalità di affidamento di contratti pubblici di particolare interesse per gli operatori della PP.AA.


Tuttavia tali acquisti, per effetto delle norme sulla spending review e della legge di stabilità 2013 sono stati sottoposti a notevoli limiti nell'ottica del contenimento della spesa che deve permeare l'azione della Pubblica Amministrazione. In particolare, con la legge 7 agosto 2012, n. 135, di conversione del decreto - legge 6 luglio 2012, n. 95 viene sancito in maniera perentoria l'obbligo di approvvigionamento di beni e servizi mediante l'utilizzo delle convenzioni Consip e del Mercato Elettronico della P.A.


Il corso vuole offrire, a tutti gli operatori interessati, le modalità pratico - operative che dovranno affrontare in relazione all'applicabilità delle nuove norme in tema di razionalizzazione della spesa anche alla luce delle conseguenze derivanti dal mancato rispetto dei parametri Consip e dei connessi profili di responsabilità.


In particolare si esaminerà la gestione degli acquisti sul mercato elettronico attraverso una simulazione pratica di acquisto sul MePA evidenziandone problematiche e criticità in relazione alla gestione di una Richiesta di Offerta (R.d.O.), ai problemi connessi con i criteri di aggiudicazione (prezzo più basso ed offerta economicamente più vantaggiosa).


Sarà inoltre approfondita la questione della forma di stipulazione dei contratti alla luce del D.L. n. 179/2012 e saranno esaminati gli ulteriori adempimenti successivi alla stipulazione, compresa la fase di esecuzione.


Ampio spazio sarà dedicato all'analisi delle criticità applicative e alla conseguente risoluzione in relazione ai casi concreti sottoposti all'attenzione del relatore da parte dei partecipanti.


Sarà, infine, esaminato il Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 3 aprile 2013, n. 55 "Regolamento in materia di emissione, trasmissione e ricevimento della fattura elettronica da applicarsi alle amministrazioni pubbliche ai sensi dell'articolo 1, commi da 209 a 213, della legge 24 dicembre 2007, n. 244".





 



E' possibile iscriversi fino a 5 giorni lavorativi prima dell'inizio del corso. In caso di iscrizione sarà fatturata l'intera quota di partecipazione qualora non pervenga disdetta scritta entro il suindicato termine. E' comunque consentito sostituire i partecipanti in ogni momento. Una settimana prima del seminario sarà data conferma o disdetta dello stesso.


Programma

A) IL D.L. 52/2012, CONVERTITO NELLA LEGGE N. 94/2012: La prima spending review: l'inquadramento. Le acquisizioni di sopra soglia comunitaria: obbligo di acquisizione tramite convenzione Consip (Enti statali, Enti del Servizio Sanitario Nazionale); non obbligatorietà di acquisizione tramite convenzione Consip (Enti scolastici, educativi e universitari; Enti Locali). Le acquisizioni sotto soglia comunitaria. ONLUS e Associazioni di volontariato: possibilità di utilizzo del sistema di approvvigionamento – Consip. Gli obblighi di comunicazione all'Osservatorio per contratti di importi superiori a 50.000 euro. L'offerta economicamente più vantaggiosa: aperture, in seduta pubblica, delle buste contenenti l'offerta tecnica. La verifica del DURC in tutte le ipotesi di ricorso al mercato elettronico.

B) IL D.L. 95/2012, CONVERTITO NELLA LEGGE N. 135/2012: La seconda "spending review". La disciplina specifica per gli acquisti di energia elettrica, gas, carburanti, combustibili e servizi di telefonia. Il contratto sottoposto a condizione risolutiva. Le tipologie di violazione normativa che comportano la nullità del contratto. La Legge n. 488/1999 (art. 26, commi 3, 3-bis e 4). I contratti stipulati in violazione dell'obbligo di acquisizione tramite centrale d'acquisto. Le centrali d'acquisto regionali e l'obbligo di tener conto dei valori offerti dal sistema CONSIP. Il favor per le piccole-medie imprese in ordine al requisito economico-finanziario del fatturato: necessità di una congrua motivazione. Le conseguenze del venire meno dell'obbligo di eseguire le prestazioni nella percentuale corrispondente alla quota di partecipazione al raggruppamento. Le acquisizioni di beni e servizi da parte dei Comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti: possibilità di effettuare acquisiti mediante strumenti elettronici gestiti da Consip o dalle centrali regionali, comprese le convenzioni quadro e il mercato elettronico della P.A. La riducibilità dell'importo della cauzione provvisoria e di quella definitiva, nel caso di procedure di gara indette da centrali di committenza. La possibilità per l'aggiudicatario di convenzione, di CONSIP o di centrale regionale, di offrire una riduzione delle condizioni economiche. Il recesso, da parte di una Pubblica Amministrazione, da un contratto già stipulato: forma delle comunicazioni al fornitore; pagamento delle prestazioni già effettuate + 1/10 di quelle ancora da eseguire; nullità di ogni patto contrario e l'inserimento automatico del diritto di recesso nei contratti in corso. Gli obblighi di comunicazione alla Corte dei Conti nell'ipotesi di non esercizio del diritto di recesso da parte della P.A. La Responsabilità disciplinare per danno erariale. Enti privati, pubblica amministrazione e spending review: l'art. 4, comma 6, del DL 95/2012 come convertito nella Legge n. 135/2012.

C) IL MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: Analisi del mercato elettronico di cui all'art.328 e ss. del Regolamento di Esecuzione del Codice dei Contratti (D.P.R. n. 207/2010). Il principio del ricorso alle tre tipologie di mercato elettronico (quello realizzato dalla medesima stazione appaltante ovvero attraverso il mercato elettronico della P.A. realizzato dal Ministero dell'economia e delle finanze sulle proprie infrastrutture tecnologiche avvalendosi di Consip S.p.A. ovvero attraverso il mercato elettronico realizzato dalle centrali di committenza). Le possibili ipotesi di deroga all'utilizzo del mercato elettronico e gli schemi di motivazione (beni oggettivamente non affidabili; urgenza e affidamento diretto). Le ipotesi di nullità nel caso di mancato utilizzo del mercato elettronico. L'inapplicabilità della clausola di c.d. "stand-still" nel caso di acquisizione di beni e servizi tramite mercato elettronico. La verifica del DURC in tutte le ipotesi di ricorso al mercato elettronico. Il D.L. 69/2013 convertito nella Legge 98/2013 (Decreto "Del fare"). La giurisprudenza della Corte dei Conti e la prima prassi applicative sull'obbligo di utilizzo del mercato elettronico. La regola del confronto concorrenziale: trasparenza, imparzialità, rotazione. I Metaprodotti presenti sul MePA. Il ricorso alle procedure in economia nel mercato elettronico: 1) ordine diretto per importi fino a 40.000 euro; 2) la gestione della R.d.O. mediante procedure in economia. I requisiti da richiedere e non agli operatori iscritti sul MEPA. Il procedimento di verifica di anomalia: il ruolo del responsabile del procedimento. La graduatoria degli offerenti e gli obblighi di trasparenza alla luce del D. Lgs. 33/2013. Le comunicazioni e il diritto di accesso. La gestione operativa di una R.d.O. L'offerta economicamente più vantaggiosa: aperture, in seduta pubblica, delle buste contenenti l'offerta tecnica. La forma di stipula dei contratti dopo il D.L. n. 179/2012 (convertito in legge n. 221/2012) e l'utilizzo della firma digitale. Esame del Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 3 aprile 2013, n. 55 (Regolamento in materia di emissione, trasmissione e ricevimento della fattura elettronica).

Destinatari


Dirigenti, funzionari e Responsabili di settore – Dipendenti e liberi professionisti interessati alla materia - Rappresentanti legali di imprese pubbliche e private.


Orario / turno

9,30-13,00 e 14,00-17,00

Certificato

Attestato di partecipazione.
Se previsto nel singolo corso, al dipendente che supererà (test facoltativo) la prova di verifica finale Ebit rilascerà un attestato di profitto.

Promozioni


ogni 2 iscritti il terzo è GRATIS!



 


Prezzo

Euro 400,00 + Iva al giorno (Iva esente per gli Enti Pubblici ai sensi dell'art. 14, comma 10, della legge n. 537/93). Le spese bancarie sono a carico dell'Ente partecipante. La quota include il materiale didattico ed il coffee break.

Sì, mi interessa

conoscere tutti i dettagli, prezzi, borse di studio, date e posti disponibili

GLI ACQUISTI DI BENI E SERVIZI NELLA P.A. TRAMITE CONVENZIONI CONSIP E SUL MERCATO ELETTRONICO (AGGIORNATO ALLA LEGGE N. 98/2013 - “DECRETO DEL FARE”)

Per completare la richiesta deve accettare la politica sulla privacy
Inviando questo modulo accetti di ricevere regolarmente informazioni da Educaweb relative a questi corsi.
Ti raccomandiamo anche questi corsi

GLI ACQUISTI DI BENI E SERVIZI NELLA P.A. TRAMITE CONVENZIONI CONSIP E SUL MERCATO ELETTRONICO (AGGIORNATO ALLA LEGGE N. 98/2013 - “DECRETO DEL FARE”)