Descrizione


Il controllo dello sfruttamento delle risorse energetiche e la riduzione dell'impatto ambientale, conseguente il loro uso, non sono soltanto questioni contingenti di carattere politico-economico, ma rappresentano soprattutto una sfida ed un'impresa scientifica e tecnica i cui obiettivi strategici possono essere raggiunti con azioni complesse.

Diventa perciò necessaria una formazione più mirata di quella offerta dagli altri curricula dell'ingegneria industriale, che presenti un carattere metodologico e interdisciplinare insieme. 



Il corso di laurea fornisce buone conoscenze delle materie scientifiche di base, come la matematica la fisica e la chimica, una base culturale che abbraccia i vari settori dell'ingengeria industriale, in particolare della termodinamica applicata, della elettrotecnica e dei sistemi elettrici e chimici offrendo differenti approcci metodologici ed una visione interdisciplinare, che potranno permettere di affrontare i problemi connessi con l'uso dell'energia e le implicazioni scientifiche e tecniche di temi quali le trasformazioni energetiche, gli apparati, gli impianti e i sistemi energetici, la gestione e la pianificazione dell'uso dell'energia.



Il percorso formativo ha una durata totale di tre anni o sei semestri articolati in insegnamenti con didattica frontale, prevede due curricula uno in Ingegneria Energetica e l'altro in Ingegneria Elettrica seguiti da una prova finale per un totale di 180 CFU, ed offre la base metodologica su cui costruire nella Facoltà di Ingegneria dell'Università di Pisa un percorso formativo completo nel settore dell'energia sia con la laurea magistrale in Ingegneria Energetica che con la laurea magistrale in Ingegneria Elettrica ed il programma di Dottorato di Ricerca in Energetica Elettrica e Termica.



Requisiti

Per l'accesso al Corso si richiede che l'allievo possieda adeguate conoscenze, competenze, capacità e attitudini nei settori propedeutici indispensabili a una proficua fruizione degli studi di ingegneria.

Prova di ammissione

Il Corso di Studio aderisce al sistema dei test approntati a livello nazionale.

Metodologia

Lezioni svolti in aula.

Lingua

Italiano

Verifica didattica

Esame finale

Obiettivi

L'obiettivo del Corso di laurea in Ingegneria dell'Energia è quello di fornire una formazione metodologica nel settore dell'utilizzazione delle risorse energetiche, dei processi di trasformazione, della generazione di potenza sia con combustibili fossili che con fonti rinnovabili, della utilizzazione e distribuzione dell'energia elettrica e termica sia nei processi industriali che nell'ambiente costruito, ed una analisi delle tecniche per controllare l'impatto ambientale dei sistemi energetici, effettuare un uso razionale dell'energia ed implementare sistemi e tecnologie sostenibili.

Certificato

Laurea in Ingegneria dell'Energia

Prospettive di lavoro

I laureati in Ingegneria dell'Energia potranno essere chiamati a svolgere la loro attività professionale come tecnici in aziende manifatturiere, in aziende di servizi, in enti pubblici e privati, in studi di progettazione. In particolare potrà avvalersi delle conoscenze acquisite dal laureato in ingegneria dell'energia una vasta platea di soggetti e parti interessate, quali aziende produttrici di impianti e componenti sia elettrici che termotecnici, enti pubblici e privati operanti nel settore dell'approvvigionamento energetico e della distribuzione dell'energia, associazioni imprenditoriali operanti nell'ambito elettrico e termotecnico, aziende municipalizzate ed aziende di media e piccola taglia operanti nel settore energetico, studi di progettazione in campo energetico, aziende di servizi, aziende ed enti industriali e civili in cui è richiesta la figura del “responsabile dell'energia”.

Sì, mi interessa

conoscere tutti i dettagli, prezzi, borse di studio, date e posti disponibili

Corso di Laurea in Ingegneria dell' Energia

Ti raccomandiamo anche questi corsi

Corso di Laurea in Ingegneria dell' Energia