Addetto ai telai automatici

Descrizione
L'addetto ai telai automatici si occupa di seguire tutte le fasi di tessitura, all'interno di aziende tessili specializzate nella produzione di stoffe e tessuti.
Attività lavorativa
L'addetto ai telai automatici segue 20-24 telai diversi utilizzati per le operazioni di tessitura industriale. I telai lavorano incrociando i filati che andranno a costituire la trama e l'ordito del tessuto secondo un processo definito di "tessitura a navetta".

L'addetto a questi macchinari lavora spostandosi da un telaio all'altro e controllando che la lavorazione del tessuto avvenga rispettando alcuni canoni di qualità. Nel corso del proprio lavoro, deve essere in grado di riparare eventuali rotture dei filati spezzati in fase di tessitura.

I fili devono essere riparati molto velocemente per poter riavviare al più presto il telaio e la lavorazione momentaneamente interrotta. In questo modo è possibile correggere in tempo difetti che potrebbero causare delle gravi imperfezioni nella produzione dei tessuti.

L'addetto ai telai automatici gode di un elevato livello di autonomia e di responsabilità ma il suo compito è limitato solo a seguire il lavoro dei telai per otto ore al giorno ed è molto faticoso perché richiede di stare sempre in piedi.

Per risolvere eventuali problemi che non è in grado di gestire autonomamente, ricorre al maestro di tessitura, in grado di risolvere le difficoltà legate al processo di lavorazione, e agli assistenti tecnici per riparare i guasti meccanici dei macchinari. Si relaziona anche con il capoturno incaricato di controllare l'andamento del ciclo produttivo aziendale.

Le aziende produttrici di tessuti lavorano spesso a turni di otto ore l'uno oppure, in rari casi, utilizzano la modalità del 6X6, che prevede la realizzazione di 4 turni di lavoro settimanali della durata di 6 ore cadauno. In questo modo i telai operano ininterrottamente per 24 ore al giorno senza interruzioni notturne.

I turni di lavoro vengono rispettati sia dagli addetti ai telai automatici che dai maestri di tessitura e dagli assistenti tecnici che intervengono in caso di problemi e difficoltà lavorative.

L'ambiente di lavoro è rumoroso e polveroso. Per tutelare la salute dei dipendenti le ditte del settore mettono a disposizione tappi per le orecchie ed apparecchiature di condizionamento.

I macchinari e gli attrezzi utilizzati sono telai, sia meccanici che elettronici, forbici e "passette" adoperate per infilare i fili spezzati e riunirli, in modo da riavviare il telaio e procedere alla tessitura della stoffa.
Profilo professionale
Per svolgere questa attività devi:
- Conoscere bene i tipi di filati adoperati in fase di tessitura, le più comuni
tecniche di filatura manuale ed industriale, le caratteristiche e le proprietà dei tessuti.
- Possedere delle buone abilità manuali.
- Non soffrire di disturbi percettivi.
Per controllare le qualità visive dei dipendenti alcune aziende tessili somministrano degli appositi test percettivi riportanti delle figure sfuocate o con diverse gradazioni di colori.
Dovrai applicarti nel lavoro con molta precisione e meticolosità mostrando un acuto senso dell'osservazione per cogliere, anche a distanza, i filati spezzati nel corso della lavorazione.

Devi avere propensione a lavorare in piedi per molte ore di seguito e la capacità di eseguire le mansioni in velocità.