Assistente familiare

Descrizione
Il ruolo dell'assistente familiare è quello di fornire cura ed assistenza per i bisogni primari (come lavarsi, vestirsi, mangiare ecc.) alle persone che hanno bisogno d'aiuto per gestire la vita quotidiana in casa propria, favorendone il benessere e l'autonomia.
Attività lavorativa
L'assistente familiare assiste le persone che hanno bisogno di aiuto per badare a sé stesse nella loro casa. Questo può essere a causa di malattie, di difficoltà fisiche o di problemi legati all'età.

Il compito dell'assistente familiare è di salvaguardare, quanto più possibile, l'autonomia e la qualità della vita delle persone assistite, stimolandole e non semplicemente aiutandole. Il suo compito principale è quello di mantenere l'autosufficienza delle persone, aiutandole a salvaguardare anche la loro dignità.

Alcune persone hanno bisogno di assistenza assidua perciò l'assistente si deve recare a casa loro anche la sera e durante i fine settimana. In certi casi, può vivere in casa delle persone che hanno bisogno di assistenza 24 ore su 24.

L'assistente familiare aiuta persone in condizioni molto diverse, come ad esempio:
- Chi vede poco o è completamente cieco.
- Chi ha problemi di salute mentale.
- Chi è disabile fisicamente.
- Chi è fragile a causa dell'età o ha malattie degenerative.

Il livello di assistenza personale fornita dipende dai bisogni e dal grado di autonomia della persona assistita.

I suoi compiti principali al mattino possono comprendere aiutare le persone a lavarsi o a fare il bagno,
a vestirsi, a preparare la colazione e a nutrirsi; se necessario, accompagnarle alla toilette.

Durante la giornata, l'assistente familiare svolge una serie di compiti allo scopo di facilitare quanto più possibile, la vita delle persone assistite: pulisce e riordina la casa;
rifà i letti e cambia le lenzuola; lava gli indumenti.

Durante le visite serali, eventualmente, può preparare la cena, e aiutare le persone a spogliarsi e ad andare a letto. Ha anche la responsabilità di ricordare alle persone assistite di prendere le medicine.

Oltre ad aiutare nello svolgimento dei compiti pratici, offre compagnia e sostegno emotivo a persone che potrebbero altrimenti sentirsi sole e isolate. A volte instaura rapporti di fiducia e di amicizia con le persone che assiste. Le ascolta e parla con loro, discute delle loro preoccupazioni e dei loro problemi e cerca di rassicurarle. Le aiuta a mantenere i contatti con le loro famiglie, con gli amici e il loro ambiente.

Può occuparsi di fare la spesa, di ritirare le pensioni per conto loro o aiutarle a pagare le bollette.
Profilo professionale
Come assistente familiare, dovrai:
- Essere disponibile, per natura, a prenderti cura degli altri, ed essere predisposto a lavorare con le persone.
- Avere pazienza, tatto e un buon senso dell'umorismo, per poter lavorare con persone che possono non gradire la tua presenza o che non vogliono ammettere che hanno bisogno del tuo aiuto.
- Capire che ciascun assistito ha il diritto di voler mantenere quanta più indipendenza e riservatezza possibile.
- Essere in grado, con pazienza, gentilezza e incoraggiamento, di alleggerire l'imbarazzo che le persone possono provare quando le aiuti a fare attività molto personali, come lavarsi o usare la toilette.
- Non essere schizzinoso ed essere disposto a lavorare anche durante la notte, nei weekend e durante le giornate festive.

Poiché spesso gli assistenti familiari lavorano da soli e non in team, è necessario essere molto motivati e capaci di organizzarsi il carico di lavoro e conoscere e avere rispetto di altre culture e di differenti modi di vivere.

Devi saper apprezzare e rispettare la casa della persona che assisti.

Potrebbe essere necessaria la patente di guida, specialmente se le persone assistite abitano lontano o in un luogo non servito dai mezzi pubblici.
Corsi correlati