Chiropratico

Descrizione
Il chiropratico è un professionista specializzato in trattamenti di manipolazione, per la risoluzione di problemi del sistema neuro-muscolo-scheletrico. Il chiropratico verifica e tratta un'ampia gamma di disturbi: alla schiena, collo, spalle, derivanti da infortuni sportivi, mal di testa, asma, problemi digestivi.
Attività lavorativa
La chiropratica è una tecnica di trattamento naturale fondata negli Stati Uniti alla fine dell'Ottocento e poi diffusa in tutto il mondo. Il termine significa 'trattare con le mani'.
E' una disciplina olistica (che considera la persona nella sua interezza) e si basa sul principio che problemi strutturali e, in particolare, alla colonna vertebrale, possono creare disturbi alle funzionalità generali del corpo.

La chiropratica, pertanto, tratta questi problemi strutturali invece di focalizzare l'attenzione sui sintomi che ne derivano, per far in modo che il corpo possa tornare al suo normale funzionamento.

Il chiropratico compie una diagnosi su tutto il corpo ma opera il trattamento di manipolazione (detto anche 'aggiustamento') principalmente sulla colonna vertebrale. Verifica la presenza di disturbi e malattie e può anche, poi, consigliare al paziente di rivolgersi al suo medico curante o al servizio ospedaliero, se necessario.

Durante la prima seduta, parla con il paziente dei disturbi e prende nota, effettuando l'anamnesi e considerando ogni aspetto del suo stile di vita. Se necessario, esamina le radiografie o risonanze e/o richiede al paziente altri esami prima di iniziare il trattamento.

Successivamente, usa le mani per esaminare le articolazioni e altri parti del corpo del paziente, in varie posizioni e movimenti, per poter osservare e valutare la sua postura e capire cosa provoca il disturbo.

Il chiropratico individua i punti dove ossa o tessuti non sono nella posizione corretta, stabilendo il programma del
trattamento e delle sedute.

Infine, compie la manipolazione sulle articolazioni, con un movimento calibrato e la giusta intensità, per riportarle in posizione, eliminare la pressione e ristabilire la corretta dinamicità. Il trattamento, che si svolge usualmente in diverse sedute, viene adattato ad ogni paziente secondo le esigenze individuali.

Inoltre, il chiropratico fornisce al paziente anche consigli e informazioni sullo stile di vita, l'alimentazione, su come controllare lo stress ecc., per aiutarlo a gestire il disturbo e anche a prevenire una ricaduta.

Il chiropratico non prescrive medicinali e non effettua interventi chirurgici.
Essendo una pratica prevalentemente manuale, il principale strumento di lavoro sono le mani. Ci sono, però, anche tecniche sofisticate che richiedono attrezzature specifiche, come i lettini o altri semplici strumenti.

Il chiropratico lavora in uno studio professionale, che gestisce da solo o, più spesso, in collaborazione con altri operatori che praticano discipline affini.
Profilo professionale
Per svolgere questa professione devi:
- Avere una preparazione in discipline di ambito medico-scientifico.
- Apprendere le teorie della chiropratica: filosofia chiropratica, principi e filosofia della correzione, tecnica chiropratica generale, fisioterapia.
- Saper effettuare i trattamenti e gli interventi con diverse tecniche.
- Avere buone competenze linguistiche in inglese e/o in francese, soprattutto perché la maggior parte dei corsi di studio si svolge in una di queste lingue e la maggior parte dei libri di testo sono reperibili in inglese.
- Essere interessato alle scienze, alla medicina e alla biologia umana e che tu abbia una mente logica e analitica.
- Avere ottima manualità e sensibilità tattile, nonché una buona forma fisica per effettuare i trattamenti di manipolazione e per stare molte ore in piedi.
- Avere una forte vocazione per la cura degli altri e per lavorare con le persone, buone capacità di ascolto e di relazionarti e comunicare con tutti.
- Essere dotato di sensibilità e tatto.