Educatore di nido

Descrizione
L'educatore di nido si prende cura di bambini e neonati. Provvede sia alle cure di base svolgendo compiti pratici, come lavare i piccoli, vestirli e dar loro da mangiare, sia a stimolare il loro sviluppo sociale ed educativo. Contribuisce a creare un ambiente sicuro e stimolante dove i piccoli possono imparare e giocare.
Attività lavorativa
L'educatore contribuisce a creare un ambiente in cui i bambini possono giocare, imparare e sviluppare nuove abilità. Incoraggia i piccoli a partecipare ad attività stimolanti, come disegnare o dipingere, leggere storie e giocare assieme.

Si occupa di garantire le cure di base dei neonati e dei bambini più piccoli, ciò include cambiare i pannolini e gli abiti e preparare i pasti.

Deve prestare molta attenzione all'igiene, ad esempio, quando prepara i biberon per i neonati. Dà da mangiare ai bambini o li aiuta a mangiare, a seconda dei casi.

Per un educatore è importante instaurare un buon rapporto con i genitori. Può capitare, infatti, di dover discutere con loro di alcuni temi come, per esempio, verificare che il piccolo sia felice e riceva stimoli, stabilire quali comportamenti dei piccoli possono essere accettati, pianificare la dieta dei piccoli, nel caso, ad esempio, che qualcuno abbia un'allergia alimentare.

È necessario definire un contratto scritto per garantire che gli accordi siano molto chiari fin dall'inizio.

La sua attività si può rivolgere anche a bambini con bisogni particolari, incluse le difficoltà di carattere fisico o di apprendimento; in questi casi l'operatore sceglie l'uso di libri, di giocattoli e di attività adatti a soddisfarne i bisogni fisici ed emotivi.

Nel caso di lavoro autonomo, l'operatore deve essere in grado di gestire la sua impresa, negoziare i contratti e tenere i registri contabili.
Profilo professionale
Per lavorare come educatore di nido è necessario:
- Avere un buon rapporto con i bambini e gradire la loro compagnia.
- Saperli accudire, essere comprensivo e capace di offrire stimoli.
- Essere socievole ed allegro, avere un buon senso dell'umorismo e molta energia.
- Avere una buona salute, una buona forma fisica e molta resistenza, perché il lavoro può essere molto impegnativo.
- Avere pazienza ed essere tolleranti.
- Saper mantenere la calma anche se sottoposti a pressione o a situazioni di emergenza.
- Essere in grado di dimostrare ai genitori di essere una persona affidabile, responsabile e degna di fiducia.


È utile avere conoscenze di base di pronto soccorso, norme igieniche e regole della nutrizione e prestare attenzione alla sicurezza.

Il rapporto con i genitori deve essere aperto ed amichevole, ma anche professionale, ed è importante stabilire dei contratti scritti per assicurare che tutti gli accordi presi siano chiari fin dall'inizio.

Se si lavora come liberi professionisti, si dovrà essere dotati delle abilità necessarie a mandare avanti la propria impresa, inclusa la capacità di tenere i libri contabili.
Corsi correlati