Informatore, scientifico

Descrizione
L'informatore scientifico è un esperto di farmaci, sostanze medicinali, strumenti e presidi medico-chirugici che svolge un'attività di informazione diretta verso i medici e gli altri operatori sanitari, con lo scopo di favorire il corretto uso di questi prodotti, secondo la vigente legislazione.
Attività lavorativa
L'informatore scientifico:
- Informa i medici e gli altri operatori sanitari (farmacisti, odontoiatri ecc.), che operano presso le strutture sanitarie pubbliche o gli studi e le cliniche private, sui farmaci, sui presidi medico-chirurgici e i prodotti dietetici e erboristici prodotti dall'azienda per la quale lavora.
- Illustra tutte le caratteristiche di questi prodotti, il loro scopo terapeutico e le corrette modalità d'uso.
- Distribuisce materiale e pubblicazioni sui prodotti e campioni gratuiti (secondo le norme di legge).
- raccoglie dai medici le informazioni sugli effetti terapeutici e indesiderati dei farmaci (Farmacovigilanza).

Oltre a questa funzione fondamentale, l'informatore, nel contesto lavorativo, ha spesso anche un ruolo di promozione, essendo la figura di collegamento tra l'azienda e i potenziali acquirenti.

L'informatore deve anche:
- Gestire la propria lista di contatti.
- Programmare le visite e le presentazioni presso i vari medici.
- Stabilire le strategie di promozione.
- Monitorare le strategie e i prodotti delle aziende concorrenti.

Deve svolgere la sua attività rispettando le precise norme in materia di informazione scientifica sui farmaci vigenti nel nostro paese e il codice deontologico del settore.

Tiene periodicamente i contatti con l'azienda per la quale lavora, inviando resoconti della sua attività, rifornendo il suo campionario e acquisendo nuove informazioni sui prodotti.

L'informatore non ha una sede di lavoro fissa ma si sposta continuamente in auto in contesti locali o regionali, recandosi a cadenza fissa presso i medici della propria zona di competenza.
Profilo professionale
Per fare l'informatore scientifico devi avere ottime abilità comunicative e saper spiegare le cose in maniera chiara e concisa.

Le competenze e conoscenze riguardano principalmente il settore scientifico.

E' fondamentale, inoltre, che tu acquisisca anche conoscenze giuridiche relative alle norme che regolano la professione stessa e alle leggi sul settore sanitario e sulla produzione e distribuzione dei farmaci.

Dovrai anche acquisire alcune competenze relative al settore farmaceutico in generale, il mercato di settore e le strategie di comunicazione.

E' importante conoscere anche una lingua straniera, di preferenza l'inglese, usata per la comunicazione scientifica e tecnica, e avere buone capacità d'uso del computer, per la gestione del flusso di attività, dei contatti e delle informazioni.



E' fondamentale avere la patente di guida B e in molti casi anche essere automuniti.

Infine, è necessario che tu abbia una buona resistenza psicologica allo stress e che tu non abbia difficoltà a stare molte ore alla guida e a seguire tempi di lavoro molto serrati.
Corsi correlati