Pescatore

Descrizione
I pescatori escono in mare in cerca di pesce da pescare. Gli equipaggi dei pescherecci sono composti da persone che hanno compiti e responsabilità differenti. Il lavoro può essere quello di addetto alle attrezzature, alla navigazione, alla suddivisione del pesce secondo la grandezza, al suo sventramento e stivaggio in ghiaccio o in vasche.
Attività lavorativa
I pescatori vanno in cerca di pesce, raccolgono e selezionano il pescato e lo riportano a terra per venderlo. Su un peschereccio tipico, della dimensione di 20 metri, ci sarà un equipaggio di cinque o sei persone, con compiti diversi. Quasi tutti iniziano facendo i mozzi che hanno una serie di responsabilità, tra le quali manovrare le attrezzature e gli strumenti per il controllo delle reti, suddividere il pesce secondo la dimensione, sventrarlo e stivarlo nel ghiaccio o in vasche con acqua di mare. Curano la manutenzione e le riparazioni delle reti e delle attrezzature, aiutano nei compiti di guardia, preparano i pasti per l’equipaggio e tengono pulito e in ordine il peschereccio. A bordo si trova ,di solito, un membro dell’equipaggio con maggiore esperienza, che lavora per lo più in coperta ma che è in grado di montare la guardia. Può essere responsabile di controllare che tutte le attrezzature funzionino a dovere e che il pescato sia ben stivato. Su alcuni pescherecci c’è un meccanico di bordo con l’incarico speciale di occuparsi della manutenzione del motore, della strumentazione per la pesca e delle comunicazioni. Il capitano ha la piena responsabilità di tutti gli aspetti della vita dell’imbarcazione, compresa la sicurezza e la gestione dell’equipaggio. Garantisce la sicurezza del peschereccio assicurandosi che sia stabile e che tenga bene il mare; stabilisce le rotte più appropriate ed è responsabile della buona qualità dei rapporti di lavoro fra i membri dell’equipaggio e responsabile delle competenze nello svolgimento dei vari compiti di bordo. Decide dove andare a cercare il pesce e quali metodi di pesca utilizzare una volta giunti sul posto prescelto. Il capitano gestisce anche gli aspetti economici, stipula gli accordi con i commercianti a terra e tiene un accurato registro di bordo con l’indicazione delle quantità pescate. Utilizza, inoltre, strumenti di navigazione elettronici e tiene le comunicazioni radio. La maggior parte delle attività si svolge sul ponte del peschereccio, perciò gli equipaggi possono essere esposti a tutte le condizioni atmosferiche. Tutti i membri dell’equipaggio devono rispettare le procedure di sicurezza ed essere in grado di rispondere con prontezza alle emergenze. I pescherecci non lavorano solamente lungo le coste italiane ma raggiungono anche banchi di pesca più lontani, perciò possono restare in mare, senza rientrare, anche alcune settimane.
Profilo professionale
Per fare il pescatore è indispensabile:
- Conoscere e saper usare gli strumenti tecnologici e le attrezzature (oggi anche le barche più piccole sono dotate di tecnologia sofisticata).
- Essere in grado di eseguire piccole riparazioni alle attrezzature e agli strumenti per la pesca.
- Avere anche una conoscenza approfondita delle zone più ricche di pesce e dei metodi migliori per pescarli.
- Avere ottime abilità di gestione dell'equipaggio e di comunicazione.

E' importante, inoltre:
- Amare il lavoro all'aperto, con qualsiasi condizione di tempo.
- Avere una buona forma fisica e saper usare le mani per una grande varietà di compiti.
- Avere una buona vista e saper distinguere i colori.
- Saper lavorare in gruppo, prendere l'iniziativa e reagire rapidamente in caso di emergenza.
- Possedere senso di responsabilità e il rispetto delle misure di sicurezza.