Statistico

Descrizione
Lo statistico raccoglie, analizza e interpreta i dati numerici per enti pubblici statali, locali e per le imprese. Può lavorare, ad esempio, in campo sanitario e scientifico esprimendo pareri basati sui suoi risultati e sulle sue analisi. Lo statistico deve essere in grado di spiegare i suoi metodi e i suoi risultati in maniera chiara sia oralmente sia tramite relazioni scritte
Attività lavorativa
Lo statistico analizza ed interpreta i dati numerici e i loro risultati. Con il suo lavoro aiuta ad elaborare politiche e a spiegare vari aspetti del modo di vivere contemporaneo.

Spesso lavora negli organismi statali nazionali e negli enti locali, dove contribuisce con i suoi dati ad elaborare le misure politiche e a fornire informazioni al pubblico.

Lo statistico realizza studi e pareri su questioni come la disoccupazione, l'economia, la criminalità e la salute (ad esempio, analizza il funzionamento del Servizio Sanitario Nazionale per quanto riguarda le liste di attesa per ricoveri ospedalieri, numero del personale dipendente e tempo di attesa per un'ambulanza).

Nel settore sanitario, collabora con il personale medico per individuare le malattie e stabilirne la cura (ad esempio, analizzando i metodi per scoprire i diversi tipi di cancro e per valutare gli effetti del fumo passivo sulla salute).

Nell'industria farmaceutica collabora alle ricerche e allo sviluppo di nuovi prodotti medicinali: progetta e analizza gli esperimenti fatti per valutare l'efficacia dei farmaci e per verificare eventuali effetti collaterali.

Il ruolo degli statistici è importante anche nei settori della finanza, degli affari e dell'industria. Lavorano anche nel campo della matematica attuariale, dove le statistiche servono per:
- Calcolare i rischi in determinati campi, come quella delle pensioni e delle assicurazioni sulla vita.
- Valutare il grado di rischio dei crediti.
- Analizzare l'andamento del mercato azionario.
- Produrre modelli di rischio e di aspettative di vita.

In altri settori possono prevedere la domanda e perciò indirizzare la produzione verso un determinato mercato. I loro studi possono aiutare l'efficienza dei processi di produzione e ridurre l'inquinamento industriale.

Lavorano anche in molte altre aree come, ad esempio, le scienze ambientali, dove contribuiscono a:
- Stabilire i modelli climatici.
- Valutare i cambiamenti delle dimensioni delle popolazioni animali e gli effetti dell'inquinamento atmosferico sulle persone affette da asma.
- Valutare e fare previsioni su rischi di varia natura, come quello di inondazioni o di contaminazioni in seguito a incidenti industriali.

Gli esperti di statistica spesso lavorano in gruppo, raccogliendo e analizzando i dati provenienti da fonti molto varie.

Devono essere attenti ai metodi che usano per raccogliere ed interpretare i dati: distorsioni possono verificarsi non intenzionalmente e se si tralascia l'analisi di un fattore, il risultato può essere falsato.
Profilo professionale
Come statistico devi avere: - Eccellenti abilità matematiche e statistiche. - Un approccio logico e metodico alla risoluzione dei problemi. - Abilità informatiche. Devi essere attento ai differenti metodi per analizzare i dati e alle possibili distorsioni, oltre ad essere in grado di esporre i tuoi risultati in maniera chiara, sia verbalmente sia in forma scritta.
Corsi correlati