Tecnico luci

Descrizione
Il tecnico luci si occupa di creare la sequenza luci di spettacoli teatrali, delle luci per le riprese cinematografiche e televisive e per altri eventi. Opera in collaborazione con altre figure quali regista, scenografo e coreografo.
Attività lavorativa
Il tecnico si occupa di posizionare e programmare le luci negli spettacoli dal vivo o nelle riprese televisive.

Le attività del tecnico luci sono:
- Leggere il copione o la sceneggiatura.
- Mettere a punto il piano luci progettato dal light designer e dal regista/direttore artistico (che è un vero e proprio copione e attraverso il quale viene definita la sequenza delle luci e degli effetti che si alterneranno durante la rappresentazione).
- Occuparsi della ricognizione dell'ambiente e il trasporto di lampade e proiettori, se lavora in esterno.
- Realizzare l'impianto e la dislocazione dei proiettori con eventuali filtri e gelatine, secondo le indicazioni del piano.
- Verificare il corretto funzionamento dell'impianto, nonché l'efficacia degli effetti progettati.
- Seguire per tutta la durata dello spettacolo l'andamento delle luci attraverso la consolle.

Questa figura è spesso affiancata ad una squadra di elettricisti e interagisce costantemente con il tecnico audio.

Per lo svolgimento della sua attività utilizza lampade e altre sorgenti luminose, nonché sistemi elettronici ed informatici per il controllo e la regolazione dell'illuminazione; durante l'evento, la sua postazione è la cabina di regia, sistemata in modo da permettere una visione chiara, situata accanto alla consolle dell'audio.

Nel dettaglio questa figura deve:
- Caricare il materiale girato sul computer.
- Catalogare le immagini e i suoni in cartelle apposite.
- Ordinare e connettere le sequenze, selezionando le immagini tra quelle registrate e i suoni adatti a garantire la trama e la continuità narrativa secondo la sceneggiatura.
- Sincronizzare video e audio, quando immagini e suoni vengono registrati separatamente.
- Montare il prodotto.

Se lavora in un'organizzazione più snella rispetto alle realtà televisive nazionali, oltre all'elaborazione del prodotto finito, può occuparsi dell'elaborazione concettuale dei temi e della ripresa del prodotto audiovisivo in collaborazione con il regista, definendo il piano di lavoro, preparando il luogo delle riprese e realizzandole.

Il montatore spesso è coordinato dal regista, dal direttore di produzione o dal giornalista, ma gode di ampi spazi di responsabilità.
Profilo professionale
Per fare il tecnico delle luci ti viene richiesto di:
- Possedere competenze sia di illuminotecnica che di elettrotecnica ed elettronica.
- Essere in grado di realizzare un piano luci e dunque di risolvere problemi di carattere geometrico e matematico legati alla messa in opera del sistema.
- Utilizzare apparecchiature come proiettori, diffusori, dimmer (regolatore intensità luci) e altro.
- Conoscere software specifici dedicati alla programmazione delle sequenze del "piano luci" attraverso la consolle.
- Saper leggere ed interpretare un copione (per esempio, il posizionamento degli attori sulla scena).
- Essere in grado di montare un impianto e saperlo riparare.
- Conoscere l'inglese tecnico.
- Conoscere le normative di sicurezza relative al settore dello spettacolo per la prevenzione degli incendi e degli infortuni sul lavoro.

Devi, inoltre, lavorare su tralicci e pontili sospesi senza avere paura del vuoto e avere una buona manualità.

Per fare questo lavoro dovrai anche avere spirito di iniziativa, autonomia, capacità di problem solving e gusto artistico, ovvero una buona sensibilità per luce e colori e il senso dell'equilibrio.

La condizione lavorativa del tecnico delle luci ti richiederà anche forte flessibilità e mobilità, perché spesso prevede spostamenti sul territorio nazionale e internazionale.
- I principali elementi del linguaggio televisivo e cinematografico.
- Sistemi e tecnologie informatizzate per archiviazione dati.
- Tecniche di montaggio e di correzioni immagini.
- Programmi di montaggio (per esempio, Avid, Adobe Premiere, Final Cut ecc.).
- Software di grafica e animazione in 2D e 3D (ad esempio Photoshop, After Effects, Flash, Maya ecc.) e software per la colorazione delle immagini.
- Tecnologie e metodi di riversamento delle immagini su diversi supporti audio-video.
- Tecniche di ripresa e realizzazione delle sequenze.
- Tecnologie e programmi di ripresa digitale.

Per svolgere questa professione l'utilizzo della tecnologia è una condizione indispensabile e ti è richiesto un aggiornamento continuo.

Inoltre, devi avere una buona conoscenza della lingua inglese, essere in grado di lavorare in modo accurato e preciso ed essere creativo.
Corsi correlati