Ufficiale dell'Esercito

Descrizione
L'ufficiale dell'Esercito si occupa delle attività di direzione e di comando di reparti e unità dell'Esercito, pianificando e organizzando l'addestramento e l'impiego di militari a lui sottoposti. Lavora in un contesto organizzativo caratterizzato da rapporti gerarchici e può operare anche in situazioni di pericolo e rischio.
Attività lavorativa
L'attività dell'ufficiale è strettamente collegata ai compiti ricoperti dall'Esercito e riguarda le seguenti possibili aree di attività:
- L'aiuto nei confronti della popolazione, in situazioni di emergenza o calamità naturali, quando le risorse civili a disposizione non sono del tutto sufficienti, ad esempio, nel caso di catastrofi, in appoggio alla Protezione Civile e ai Vigili del Fuoco per la tutela della popolazione e la protezione di opere (in questo caso l'attività militare è sussidiaria, perché va in aiuto delle rispettive autorità civili presenti sul territorio).
- La sicurezza del territorio, con l'obiettivo di proteggere e difendere la nazione da eventuali attacchi.
- La promozione della pace, sulla base di un mandato internazionale, con l'obiettivo di ristabilire o favorire il ripristino di una condizione di pace anche impedendo la nascita di nuovi conflitti armati.

L'ufficiale ha una funzione di direzione all'interno dell'organizzazione militare e svolge l'attività di comando e gestione dei reparti e delle unità nei quali è organizzato l'Esercito.

Ha il compito di definire, organizzare e gestire interventi e attività interne alla caserma o in missioni nazionali e all'estero. L'attività di comando si identifica anche nella direzione di uffici periferici, intermedi e centrali.

Inoltre, gli ufficiali appartenenti a corpi tecnici dell'Esercito (sanitario, genio militare, commissariato in cui confluiscono le attività amministrative, ecc) oltre a svolgere le attività di comando hanno anche compiti relativi alla gestione tecnica di alcune attività, in relazione alla specializzazione posseduta.
Profilo professionale
Per fare l'ufficiale, devi possedere innanzitutto capacità atletiche e una buona forma fisica per svolgere l'addestramento militare. Dovrai inoltre:
- Una personalità decisa, in grado di mantenere la calma anche in situazioni stressanti e saper scegliere o prendere decisioni in tempi rapidissimi.
- Conoscere i principi e le regole di comportamento presenti nell'Esercito, l'arte del comando, delle strategie militari, il diritto e la politica internazionale.

Ti potrà essere utile conoscere la lingua inglese nel caso di missioni o interventi all'estero, oltre ad una serie di conoscenze specialistiche proprie della professione.

In generale dovrai possedere buone capacità organizzative, indispensabili per pianificare, coordinare e organizzare le attività all'interno dell'Esercito o in eventuali missioni o interventi nazionali e all'estero.

Particolarmente importante risulta l'attitudine alla vita militare e la consapevolezza dei rischi collegati all'esercizio della professione che può prevedere la gestione di attività di combattimento, o comunque l'organizzazione di attività militari, o di pace, anche in contesti pericolosi.

Devi essere disposto a spostarti e a viaggiare, a stare lunghe ore all'aperto anche in condizioni atmosferiche non sempre favorevoli. Per questo alcune doti personali che ti potranno essere utili sono una buona capacità di adattamento, la predisposizione alla disciplina e al rigore, la tenacia e la determinazione.
Corsi correlati