Beni culturali (L 1)

Descrizione
Se sei interessato all'archeologia, al patrimonio storico-artistico, ti piacciono i libri e hai una predisposizione per la catalogazione, nel tuo futuro formativo dovresti prendere in considerazione il corso di laurea in Beni Culturali. Approfondirai la conoscenza dello studio della linguistica e della letteratura italiana, delle materie storiche, ma anche nozioni riguardanti la legislazione e l'amministrazione del territorio finalizzate alla valorizzazione dell'ambiente. Ricorda però che gli insegnamenti specifici di studio potranno variare in base alle facoltà e agli indirizzi scelti. All'interno del percorso di studi sarà inoltre fondamentale lo studio di una lingua straniera e l'acquisire competenze di carattere informatico, ormai requisiti fondamentali per affrontare con successo il mondo del lavoro.
Piano di studi
In questa sezione alcune materie rappresentative per questo percorso di studi.
Anni:
3
Crediti formativi:
180
MaterieTipi di crediti
Lingua e letteratura italiana
Discipline storiche
Civiltà antiche e medievali
Discipline geografiche e antropologiche
Legislazione e gestione dei beni culturali
Discipline relative ai beni storico-archeologici e artistici, archivistici e librari, demoetnoantropologici e ambientali
Profilo professionale

Capacità

Buona cultura generale e conoscenza della storia; buona capacità di espressione in lingua italiana; capacità logiche e di ragionamento e abilità organizzative.

Interessi

Amore per la cultura, l'arte e gli oggetti antichi; passione per la storia e per le tradizioni culturali italiane; curiosità e interesse nella promozione e valorizzazione dei beni artistici e del territorio.

Attitudini personali

Persona sensibile, creativa e capace di empatia, attenta ai dettagli e con buone doti organizzative.
Settori professionali
A titolo orientativo ti presentiamo alcuni esempi di ambiti professionali, funzioni e attività che sono in linea con la preparazione fornita da questo percorso di studio, insieme a una descrizione delle prospettive di lavoro che offre.
Devi tenere in conto che queste infomazioni possono variare a seconda della posizione geografica e dell'andamento del settore.

Sbocchi professionali

Con questo titolo è possibile lavorare presso enti locali e istituzioni specifiche come sovrintendenze, musei, biblioteche, archivi, cineteche e parchi naturali, ma anche presso aziende e organizzazioni professionali che operano nel campo della tutela e della fruizioni dei beni culturali e del recupero ambientale.

Funzioni e attività

Attività di catalogazione di beni culturali (storico artistici, librari e musicali anche in base all'indirizzo di studi); gestione e valorizzazione del patrimonio storico e culturale attraverso l'organizzazione di eventi e manifestazioni; insegnamento; coordinamento di attività nelle sovrintendenze.

Prospettive lavorative

Il patrimonio culturale italiano è uno dei più gradi al mondo e come tale meriterebbe di essere valorizzato. Le prospettive di trovare lavoro, tuttavia, non sono sempre scontate anche a causa del numero ridotto di risorse che è destinato a questo settore. Se si è spinti da una forte motivazione e puntando su opportune specializzazione, è possibile in ogni caso aumentare le proprie possibilità d'impiego.