Linguistica (LM 39)

Descrizione
Se dopo la laurea triennale vorresti acquisire delle competenze più approfondite in materia linguistica secondo una prospettiva educativa e culturale della materia, la Laurea Magistrale in Linguistica è evidentemente il naturale proseguimento della tua formazione personale. Al termine di questi due anni, avrai approfondito e ampliato le tue conoscenze riguardanti le lingue e le culture antiche e moderne, i sistemi linguistici, lo studio del linguaggio, utili per l'insegnamento della dimensione multiculturale e multilingue della società in cui viviamo. Avrai modo di consolidare il tuo sapere anche con attività pratiche, partecipando ad esempio a tirocini o progetti per la valorizzazione degli aspetti interculturali e sociali delle lingue.
Piano di studi
In questa sezione alcune materie rappresentative per questo percorso di studi.
Anni:
2
Crediti formativi:
120
MaterieTipi di crediti
Metodologie linguistiche, filologiche e semiotiche
Lingue e Letterature
Discipline informatiche, logico-filosofiche, psicologiche e socio-antropologiche
Profilo professionale

Capacità

Buona memoria, capacità di espressione scritta e orale, capacità di sintesi, attitudine linguistica, capacità di ragionamento e astrazione.

Interessi

Amore per la lettura, interesse per la cultura, la letteratura e le scienze umane; interesse per l'apprendimento delle lingue.

Attitudini personali

Persona riflessiva, comunicativa, creativa, organizzata, efficiente e responsabile.
Settori professionali
A titolo orientativo ti presentiamo alcuni esempi di ambiti professionali, funzioni e attività che sono in linea con la preparazione fornita da questo percorso di studio, insieme a una descrizione delle prospettive di lavoro che offre.
Devi tenere in conto che queste infomazioni possono variare a seconda della posizione geografica e dell'andamento del settore.

Sbocchi professionali

Alla fine del proprio percorso magistrale i laureati in Linguistica saranno in grado di operare in ambiti diversi per aziende pubbliche e private, che si occupano di servizi culturali, di servizi di pubblica utilità per la comunità di riferimento, nel settore della ricerca medica, ma potranno anche continuare nel percorso della ricerca accademica.

Funzioni e attività

Operatore e consulente nei settori della traduzione (specialmente scientifica e tecnica); lessicografi presso aziende e compagnie produttrici di dizionari e di risorse linguistiche online; operatore e formatore nell'ambito dell'insegnamento delle lingue, del multilinguismo e della multiculturalità, in contesti pubblici e privati (scuole, tribunali, uffici pubblici); logopedista; consulente presso enti regionali e provinciali nell'ambito della tutela dei dialetti e delle lingue minoritarie; operatore e consulentienei settori delle relazioni internazionali e delle politiche di integrazione; linguista e filologo; professore di scuola secondaria, post-secondaria e assimilati; revisore di testi; ricercatore.

Prospettive lavorative

Le prospettive di lavoro per questi laureati non sono scontate, e il bacino d'impiego preferenziale è ancora oggi costituito dall'insegnamento.