Master in Pedagogia Montessori + Master in Intervento Precoce

Master
On-line
1500 ore
1400 €

Descrizione

Inizialmente si entrerà in contatto con lo sviluppo dei bambini durante le diverse fasi dell'infanzia, sia a livello cognitivo che psicomotorio e affettivo.

Successivamente si impareranno i diversi tipi di disturbi e deficit che possono mostrarsi in età precoce e come poter intervenire.
Lo studio rivolto ai bambini si focalizzerà sul metodo Montessori, una pedagogista italiana.

Durante questo percorso i partecipanti potranno analizzare diversi aspetti come i principi, gli elementi e le caratteristiche fondamentali di questo nuovo tipo di scuola, così come i materiali utilizzati, come dovrebbero essere gli spazi e i periodi sensibili con cui lavorano.

Lo studente potrà accedere a un corso iniziale, gli spiegheranno il metodo di studio, per poi essere seguito anche dopo aver ricevuto il proprio titolo di studio ricevendo ulteriori informazioni su Campus Virtuale e su Mare Nostrum Business School.

Programma

PARTE 1. PEDAGOGIA MONTESSORI

INTRODUZIONE

MODULO 1. CONTESTO STORICO

UNITÀ DIDATTICA 1. MARIA MONTESSORI

1. Pensiero educativo

UNITÀ DIDATTICA 2. PRECURSORI DELLE NUOVE PEDAGOGIE

1. Influenze nella pedagogia Montessori
2. Movimento internazionale delle nuove pedagogie

UNITÀ DIDATTICA 3. PEDAGOGIA MONTESSORI ATTUALMENTE

Riepilogo
Spazio Didattico

MODULO 2. FONDAMENTI DEL METODO MONTESSORI

UNITÀ DIDATTICA 1. CARATTERISTICHE DELL'APPROCCIO MONTESSORI

1. Pedagogia Montessori vs. educazione tradizionale

UNITÀ DIDATTICA 2. PRINCIPI PEDAGOGICI

1. Autonomia
2. Individualità
3. Autodisciplina

UNITÀ DIDATTICA 3. AREE DI LAVORO E LEZIONI

Riepilogo
Spazio Didattico

MODULO 3. SVILUPPO DELL'ESSERE UMANO

UNITÀ DIDATTICA 1. TENDENZE UMANE

UNITÀ DIDATTICA 2. FASI DI SVILUPPO

1. Caratteristiche delle fasi

UNITÀ DIDATTICA 3. PIANI MENTALI

1. Mente assorbente
2. Mente ragionata
3. Mente umanistica
4. Mente specialistica

Riepilogo
Spazio Didattico

MODULO 4. SENSIBILITÀ E BISOGNI DEI BAMBINI

UNITÀ DIDATTICA 1. PERIODI SENSIBILI

1. Sensibilità all'ordine
2. Sensibilità al linguaggio
3. Sensibilità al camminare
4. Sensibilità agli aspetti sociali della vita
5. Sensibilità ai piccoli oggetti
6. Sensibilità di imparare attraverso i sensi

UNITÀ DIDATTICA 2. BISOGNI

1. Bisogno di un rapporto di fiducia
2. Bisogno di una comunicazione ricca
3. Bisogno di un movimento intelligente
4. Bisogno di una concentrazione conservata
5. Bisogno di essere rispettato
6. Bisogno di essere guidati verso l'autonomia e la libertà
7. Bisogno di imparare

Riepilogo
Spazio Didattico

MODULO 5. PROPOSTA PEDAGOGICA: IL BAMBINO E LA GUIDA

UNITÀ DIDATTICA 1. AULE MONTESSORI

UNITÀ DIDATTICA 2. CENTRO DEL PROCESSO DI APPRENDIMENTO

UNITÀ DIDATTICA 3. RUOLO DELL'ADULTO

1. Rieducazione del docente
2. Osservazione e benevolenza
3. Caratteristiche e decalogo della guida Montessori

Riepilogo
Spazio Didattico

MODULO 6. PROPOSTA PEDAGOGICA: L'AMBIENTE E IL MATERIALE

UNITÀ DIDATTICA 1. AMBIENTE PREPARATO

1. Caratteristiche dell'ambiente
2. Ambiente psicologico

UNITÀ DIDATTICA 2. MATERIALI DIDATTICI

1. Funzioni del materiale

Riepilogo
Spazio Didattico

MODULO 7. METODOLOGIA DI APPRENDIMENTO

UNITÀ DIDATTICA 1. IL GIOCO COME STRUMENTO

UNITÀ DIDATTICA 2. RISOLUZIONE DEI CONFLITTI

1. Tavolo della Pace
2. Messaggio in tre parti
3. Lezioni di buone maniere, grazia e cortesia

UNITÀ DIDATTICA 3. ERDKINDER

Riepilogo
Spazio Didattico

MODULO 8. MONTESSORI A CASA

UNITÀ DIDATTICA 1. MONTESSORI COME STILE DI VITA

1. Atteggiamento montessoriano


     Fidarsi

     Rispettare

     Partecipare alle fasi di crescita

     Offrire un ambiente favorevole


UNITÀ DIDATTICA 2. LIMITI

1. Limiti dell'ambiente
2. Limiti dell'adulto
3. Limiti dei bambini

Riepilogo
Spazio Didattico

MODULO 9. ATTIVITÀ MONTESSORI

UNITÀ DIDATTICA 1. VITA PRATICA

UNITÀ DIDATTICA 2. EDUCAZIONE SENSORIALE

UNITÀ DIDATTICA 3. LINGUAGGIO

UNITÀ DIDATTICA 4. SCRITTURA

UNITÀ DIDATTICA 5. LETTURA

UNITÀ DIDATTICA 6. LOCALIZZAZIONE DEL TEMPO

UNITÀ DIDATTICA 7. GEOGRAFIA

UNITÀ DIDATTICA 8. MATEMATICA

UNITÀ DIDATTICA 9. SCIENZE

Riepilogo
Spazio Didattico

SOLUZIONI
BIBLIOGRAFIA

PARTE 2. INTERVENTO PRECOCE

UNITÀ DIDATTICA 1. INTRODUZIONE ALL'INTERVENTO PRECOCE

1. Origine e concetto di Intervento Precoce


     Origine

     Concetto di Intervento Precoce


2. Obiettivi dell'Intervento Precoce
3. Principi di base dell'Intervento Precoce
4. Livelli di azione nell'Intervento Precoce


     Prevenzione Primaria dell'Intervento Precoce

     Prevenzione Secondaria dell'Intervento Precoce

     Prevenzione Terziaria dell'Intervento Precoce


5. Legislazione dell'Intervento Precoce


     Quadro internazionale


UNITÀ DIDATTICA 2. FONDAMENTI TEORICI DELL'INTERVENTO PRECOCE

1. Basi neurologiche dell'Intervento Precoce


     Plasticità del sistema nervoso centrale

     La neurologia evolutiva

     I disturbi neurologici dello sviluppo


2. Basi psicologiche dell'Intervento Precoce


     La psicologia evolutiva


3. Basi educative dell'Intervento Precoce


     L'apprendimento

     Interazione tra famiglia e sistema educativo


UNITÀ DIDATTICA 3. ASPETTI DI BASE DELLO SVILUPPO INFANTILE

1. Concetto di infanzia e di sviluppo
2. Caratteristiche di base dello sviluppo infantile
3. Dimensioni dello sviluppo infantile


     Fisica

     Cognitiva

     Sociale

     Affettiva


UNITÀ DIDATTICA 4. SVILUPPO COGNITIVO, AFFETTIVO, SOCIALE,
LINGUISTICO E PSICOMOTORIO NELL'INFANZIA

1. Introduzione allo sviluppo infantile
2. Sviluppo cognitivo infantile


     Teorie sullo sviluppo cognitivo infantile

     Il processo cognitivo: intelligenza, attenzione e memoria, riflessione e ragionamento


3. Sviluppo affettivo infantile


     I sensi

     Teorie dello sviluppo affettivo


4. Sviluppo sociale infantile


     Il gioco


5. Sviluppo del linguaggio infantile
6. Sviluppo psicomotorio infantile

UNITÀ DIDATTICA 5. IL RUOLO DELLA FAMIGLIA NELL'INTERVENTO
PRECOCE

1. Importanza del sistema familiare
2. Famiglia e Intervento Precoce
3. Storia sociale della famiglia


     Cambi in famiglia nel corso del tempo


4. Concetto e funzioni della famiglia
5. Tipi di famiglia in base alle norme culturali che influiscono sul tipo di matrimonio, numero di membri, numero di coniugi, luogo in cui si vive, altri


     Tipi di famiglia in base alle norme culturali che influiscono sul tipo di matrimonio

     Tipi di famiglia in base al numero dei membri

     Tipi di famiglia in base al numero di coniugi


6. Tipi di famiglia in base al luogo in cui si vive


     Altri tipi di famiglia


7. Stili educativi


     Stili educativi in famiglia


UNITÀ DIDATTICA 6. AMBITO DI AZIONE NELL'INTERVENTO PRECOCE

1. Ambito sanitario


     Servizi di ostetricia

     Servizi di neonatologia

     Unità di monitoraggio della maturità o dello sviluppo

     Pediatria nell'Intervento Precoce

     Servizi di neurologia pediatrica

     Servizi di riabilitazione infantile

     Servizi di salute mentale

     Altre specialità mediche


2. Ambito educativo
3. Ambito sociale


     Promozione del benessere sociale delle famiglie

     Programmi di prevenzione

     Programmi di Intervento Precoce nell'ambito psicosociale

     Diagnosi e intervento sociale nel team di Intervento Precoce


UNITÀ DIDATTICA 7. CENTRI DI SVILUPPO INFANTILE E INTERVENTO
PRECOCE

1. Centri di sviluppo infantile e Intervento Precoce
2. Obiettivi e funzioni dei CDIAT
3. Qualità nei centri e servizi di Intervento Precoce


     La qualità nell'Intervento Precoce

     Necessità di un sistema di qualità in un servizio di Intervento Precoce


UNITÀ DIDATTICA 8. DISTURBI DELLO SVILUPPO NEUROLOGICO

1. Classificazione dei disturbi dello sviluppo neurologico in base al manuale diagnostico DSM V
2. Disabilità intellettive (Disturbo dello sviluppo intellettivo)


     Disabilità intellettive

     Ritardo globale dello sviluppo

     Disabilità intellettive (disturbo dello sviluppo intellettivo) non specificata


3. Disturbi della comunicazione


     Disturbo del linguaggio

     Disturbo fonologico

     Disturbo della fluidità con esordio nell'infanzia (Balbuzie)

     Disturbo della comunicazione sociale (Pragmatico)

     Disturbo della comunicazione non specificato


4. Disturbo dello spettro autista


     Disturbo dello spettro autista


5. Disturbo da deficit di attenzione con iperattività


     Disturbo da deficit di attenzione con iperattività

     Altro disturbo da deficit di attenzione con iperattività specificato

     Disturbo da deficit di attenzione con iperattività non specificato


6. Disturbo specifico dell'apprendimento


     Disturbo specifico dell'apprendimento


7. Disturbi motori


     Disturbo dello sviluppo della coordinazione

     Disturbo dei movimenti stereotipati

     Disturbi da tic


8. Altri disturbi di sviluppo neurologico


     Altro disturbo dello sviluppo neurologico specificato

     Disturbo dello sviluppo neurologico non specificato


UNITÀ DIDATTICA 9. INDIVIDUAZIONE E VALUTAZIONE DEI DISTURBI E ALTERAZIONI DELLO SVILUPPO NELL'INTERVENTO PRECOCE

1. Individuazione precoce di disturbi e alterazioni dello sviluppo


     Chi interviene nell'individuazione?

     Fasi dell'individuazione precoce dell'alterazione


2. Valutazione del bambino nell'Intervento Precoce


     Tecniche di valutazione applicate all'Intervento Precoce


3. Disturbi e alterazioni di sviluppo contemplati nel Libro Bianco di Intervento Precoce

UNITÀ DIDATTICA 10. AZIONE NELL'INTERVENTO PRECOCE

1. Programmi di azione nell'Intervento Precoce
2. Progettazione del programma di Intervento Precoce
3. Principali aree di intervento


     Intervento sull'area percettivo-cognitiva

     Intervento sull'area socio-comunicativa

     Intervento per l'acquisizione di abitudini personali autonome


4. Attività sviluppate durante i programmi di Intervento Precoce
5. L'intervento con le famiglie nei programmi di Intervento Precoce


     Strategie di intervento

     Programmi di azione nell'Intervento Precoce nel contesto familiare del bambino

Titolo ottenuto

Un volta terminati gli studi e aver superato la prova di valutazione, l'alunno riceverà diploma che certifica il “MASTER IN PEDAGOGIA MONTESSORI + MASTER IN INTERVENTO PRECOCE”, di MARE NOSTRUM BUSINESS SCHOOL, avallato, grazie alla nostra condizione di soci, dal AEEN, cioè la massima istituzione spagnola per la formazione e la qualità.
Master in Pedagogia Montessori + Master in Intervento Precoce
Mare Nostrum Business School
Campus e sedi: Mare Nostrum Business School
Mare Nostrum Business School
Via Isonzo, 67 40033 Casalecchio di Reno (Bologna)
Corsi più popolari
X