Investigatore privato

Descrizione
L'investigatore privato svolge investigazioni e ricerche di informazioni e di persone, per conto di privati, aziende e studi legali.
Attività lavorativa
L'investigatore privato è colui che impiega le proprie capacità di osservazione e indagine per reperire informazioni utili ai propri clienti. Il lavoro di investigazione viene svolto principalmente per conto di singoli cittadini, aziende, studi legali o di consulenza e comprende la stesura di resoconti dettagliati per mantenere informati i clienti sugli sviluppi delle indagini.

Il lavoro di un investigatore prevede, principalmente:
- Indagini e informazioni commerciali (produzione di rapporti informativi su persone, ditte o società).
- Indagini in ambito privato (riguardanti questioni matrimoniali, sorveglianze, ricatti e molestie, lettere anonime, ricerche di persone scomparse ecc.).
- Investigazioni industriali (controspionaggio e anti-sabotaggio industriale, contraffazione di marchi e prodotti, sorveglianze).

L'attività di investigazione è sottoposta, in Italia, a numerose restrizioni e norme.
L'investigatore, nell'accettare i casi proposti dai clienti, deve rispettare alcune regole fondamentali:
- Il presupposto giuridico per le indagine private, che si basa sulla la liceità dello scopo e sulla difesa di un proprio diritto da parte del cliente.
- La sottoscrizione dell'incarico da parte di entrambe le parti (investigatore e cliente), presso la sede dell'agenzia autorizzata.
- la trasparenza delle tariffe applicate (che devono essere comunicate alla prefettura).
- La presenza di un registro degli incarichi per le indagini, che deve rimanere a disposizione delle autorità di pubblica sicurezza per eventuali controlli.
- I divieti imposti per legge sulle intercettazioni telefoniche, ambientali, sul segreto bancario, sulla raccolta di dati personali con modalità non legali (con l'inganno e senza l'autorizzazione dell'interessato).
- Le norme sulla privacy personale e sul trattamento dei dati sensibili (autorizzazione generale dell'Autorità Garante della Privacy n. 6/2005).
Profilo professionale
Per intraprendere questa attività, dovrai avere conoscenze e competenze tecniche riguardanti:
- Leggi, norme e regolamenti concernenti le attività di investigazione, la privacy, il copyright, il diritto commerciale e industriale e la cultura giuridica in generale.
- Metodologia e scienza dell'investigazione.
- Tecniche di ricerca e archiviazione/organizzazione di dati e informazioni.
- Tecniche di ricerca informatica.
- Struttura e funzionamento delle banche dati informatiche.
- Strumenti tecnologici come videocamere, macchine fotografiche, sistemi di videosorveglianza, microfoni, apparecchi per la trasmissione a distanza dei dati, ricetrasmittenti.
- Fonti informative locali, nazionali e internazionali (come i registri pubblici di dati ecc.).

Dovrai, inoltre:
- Essere in grado di lavorare da solo per lunghi periodi ma anche, qualora la situazione lo richieda, di svolgere lavoro di squadra.
- Essere fornito di auto-controllo, pazienza e capacità di concentrazione.
- Essere disposto a trascorrere lunghi periodi nello stesso posto (seduto in auto per un lavoro di sorveglianza, per esempio).
- Avere ottime capacità di osservazione, un approccio metodico e obiettivo e tatto e sensibilità, specialmente per lavorare su casi delicati (come, ad esempio, quelli riguardanti divorzi e rapimenti).
- Avere buone capacità di presentazione delle informazioni in forma scritta, per redigere i rapporti per i clienti, parte fondamentale del lavoro di investigatore.

Infine, ti sarà indispensabile avere la patente di guida.