Crescono le iscrizioni agli istituti alberghieri: in Italia sono la seconda scuola

Redazione di Educaweb
07/08/2014

Si moltiplicano le opportunità di lavoro nel settore del turismo, dell'accoglienza e dell'enogastronomia. L'offerta formativa è molto ampia e consente vari livelli di specializzazione.
Per il secondo anno consecutivo gli istituti che formano cuochi, chef, maitre, portieri d'albergo si confermano le scuole secondaria di secondo grado più frequentate dopo il liceo scientifico. Per spiegare le ragioni di tanto successo basta guardare i numerosi sbocchi occupazionali e altamente qualificati che si aprono in ogni regione d'Italia e constatare che le retribuzioni nel settore sono mediamente alte. Perché dunque non provarci?

Gli istituti alberghieri, grazie alla forte tradizione turistica italiana, sono molto presenti in ogni regione. L'offerta è molto ampia si articola in due bienni e in un quinto anno, al termine del quale i ragazzi avranno acquisito competenze di tipo tecnico, economico e normativo nelle filiere dell'enogastronomia e dell'ospitalità alberghiera. Si può decidere di specializzarsi in vari ambiti, dalla cucina all'accoglienza turistica ai servizi di sala e di vendita.

Se in seguito al diploma non si vuole accedere direttamente al mondo del lavoro si può scegliere la formazione post diploma, iscriversi a una delle molte scuole di cucina presenti in varie città italiane o optare per un corso di studi universitari nel settore. Trovare opportunità lavorative è relativamente facile e soprattutto se si è disponibili a spostarsi si possono ottenere già dall'inizio buoni stipendi, acquisendo una buona preparazione e le competenze adeguate. Uno dei possibili sbocchi nel settore enogastronomico può essere anche quello di lavorare come assaggiatore, magari per qualche rivista famosa. Ci sono molti corsi che potresti frequentare in ogni parte d'Italia, scoprili su Educaweb.it.
Corsi Correlati
Più letti
Più nuovo