Ricerca del lavoro: come scrivere la lettera di presentazione

Redazione di Educaweb
08/01/2015

Dai nostri esperti alcuni consigli per accompagnare in maniera efficace il vostro cv.
Se il curriculum rappresenta il nostro primo biglietto da visita per cercare lavoro, perché non affiancarlo con una buona lettera di presentazione?
A volte possono bastare anche poche righe di accompagnamento per fare la differenza, quel tanto che serve a far capire al nostro potenziale datore di lavoro che la nostra candidatura è indice di un reale interesse e non solo un tentativo come un altro di trovare un impiego. 
 
La lettera di presentazione dovrà servire, a preparare il "terreno giusto" per la valutazione del nostro CV e a suscitare curiosità e interesse nel selezionatore. E' importante scrivere le lettere destinate alle diverse aziende in maniera personalizzata: utilizzare testi simili utilizzando il copia-incolla a chi magari opera in settori molto distinti, potrebbe essere decisamente controproducente. E' utile quindi conoscere i nostri destinatari e differenziare i messaggi che indirizziamo loro.
 
Altro aspetto da tenere in considerazione è che, se inviamo per email la candidatura, la lettera di presentazione andrà inserita nel corpo del testo e non in allegato: in questo modo, il selezionatore potrà vederla immediatamente e, solo se rimarrà colpito positivamente, aprirà il curriculum del candidato. 
 
Seguendo i consigli dei nostri esperti, vediamo ora alcune "regole" importanti per scrivere una lettera di presentazione efficace: 
 
- E' importante cominciare con i saluti. Se si ha il nome del contatto si può cominciare con  "Buon giorno Dott./Sig./Dott.ssa/Sig.ra"; se invece non si ha il nome del contatto si può usare una forma impersonale ma ugualmente efficace: "Al responsabile ufficio del personale". 
 
- Dopo i saluti, possiamo passare a descrivere il motivo per cui si sta inviando il cv e dove si sono trovate le informazioni relative alla ricerca di personale. Si deve mostrare di conoscere l'azienda e l'ambito in cui opera.
 
- Successivamente, può essere utile approfondire le dichiarazioni del primo paragrafo. È qui che bisogna esprimere il valore aggiunto che si apporterebbe all'azienda con una eventuale assunzione, valorizzando le proprie competenze e approfondendo le ragioni per cui si è interessati proprio a quel lavoro.
 
Proprio in questa parte della lettera si può incorrere facilmente in alcuni errori. E' bene prestare attenzione al linguaggio evitando errori grammaticali e l'utilizzo di cliché o frasi scherzose. Serietà, semplicità e chiarezza sono in genere qualità molto apprezzate, facendo sempre attenzione a non sottostimare la propria figura ma nemmeno ad esagerarne le competenze. 
 
- I saluti, da inserire alla fine della lettera, dovranno essere più cordiali e eleganti possibile. È naturale inserire un ringraziamento e il riferimento a una possibile risposta.
 
Speriamo che questo articolo possa esserti d'aiuto nel cercare lavoro! Continua a seguirci su Educaweb, potrai trovare tanti altri consigli e spunti interessanti per il tuo futuro lavorativo e per la tua formazione!
Corsi Correlati
Più letti
Più nuovo