Scuola e percorsi IeFP: al via le iscrizioni online

Redazione di Educaweb
09/01/2015

C'è tempo fino al 15 febbraio. Informazioni e consigli per i genitori che devono iscrivere i propri figli. 
Con l'inizio del nuovo anno è partito anche il conto alla rovescia per iscriversi alle prime classi della scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado. Le registrazioni sul sito del Ministero dell'Istruzione possono essere effettuate a partire da lunedì 12 gennaio, e, per la prima volta, interessano anche i corsi di istruzione e formazione IeFP realizzati dai Centri di formazione professionale regionali, nelle Regioni che hanno aderito:  Piemonte, Lombardia, Veneto, Basilicata e Molise. I percorsi IeFP, lo ricordiamo, costituiscono un'alternativa ai percorsi di studio tradizionali e consentono ai ragazzi, a partire dai 15 anni, di conseguire una qualifica professionale. Possono essere svolti dagli istituti scolastici o da Centri di formazione professionale accreditati dalle Regioni.
 
In questo articolo riassumiamo, per tutti coloro che hanno necessità di iscrivere i propri figli a scuola, o ai nuovi percorsi di istruzione e formazione professionale, i passaggi e le modalità principali da seguire. Ricordiamo, in ogni modo, che è importante non farsi prendere dalla fretta: solo dal 12 di gennaio sarà possibile registrarsi al sito predisposto dal Miur www.iscrizioni.istruzione.it. Successivamente, dal 15 gennaio al 15 febbraio, sarà possibile effettuare l'iscrizione vera e propria.
 
Primo step: la registrazione
 
La registrazione deve essere effettuata da uno dei genitori del bambino che, nel settembre 2015, frequenterà la prima classe della scuola primaria, della scuola secondaria di primo o secondo grado, o un percorso di istruzione e formazione professionale. La procedura è semplice e richiede pochi minuti.
In seguito alla registrazione, il Miur invierà una mail con le credenziali e il link per rendere effettiva l'iscrizione. 
 
Quando fare l'iscrizione
 
La finestra sulle iscrizioni si apre il 15 gennaio e si chiude il 15 febbraio. E' bene ricordare che le domande non vengono prese in considerazione per l'ordine di presentazione, per cui non c'è motivo di affollarsi nei primi giorni, con il rischio di rallentare il sistema. 
 
Come si compila la domanda
 
Dopo essersi registrati e aver ricevuto le credenziali per accedere all'iscrizione, si può procedere all'iscrizione vera e propria. Il primo passaggio cruciale è quello che chiede di indicare il codice della scuola scelta, facilmente rintracciabile cliccando su Scuola in chiaro e inserendo il nome del plesso nell'apposita finestra. Nei passaggi successivi si definiscono le preferenze riguardo ai tempi di scuola o agli indirizzi (se si tratta di scuola secondaria di secondo grado).
 
L'invio della domanda
 
Solo dopo aver completato il tutto, e aver riletto per essere sicuri di non aver commesso errori, si può cliccare su «inoltra domanda», il passaggio finale: un avviso informa che la domanda è stata presentata con successo, visualizzando una sorta di «ricevuta», che verrà inviata in copia anche all'indirizzo email fornito al momento dell'iscrizione.
 
Possibili inconvenienti
 
Se vi dovesse capitare di dover interrompere la procedura di iscrizione mentre la state compilando, niente panico: può essere salvata e riaperta in una sezione successiva.  In qualsiasi momento: il sistema sarà attivo sette giorni su sette, 24 ore su 24. 
 
Se non riuscite a visualizzare il modello sul vostro computer, controllate di avere installato Acrobat reader, indispensabile per leggere la domanda, che è un PDF.
 
E se, a domanda inviata, ci si rende conto di avere sbagliato qualcosa? In questo caso, bisogna contattare la scuola prescelta, l'unica che potrà modificare o cancellare la domanda.
 
Corsi Correlati
Più letti
Più nuovo