La realtà aumentata: terminologia da esperti o minimo comune denominatore della nostra epoca?

Redazione di Educaweb
24/04/2015

Ognuno di noi ha un approccio differente a tutti i dispositivi che aggiungono informazioni alla realtà già normalmente percepita.
La risposta sembra scontata ma l'approccio differente di ognuno di noi a tutti i dispositivi che aggiungono informazioni alla realtà già normalmente percepita cambia notevolmente in funzione del livello di conoscenza del dispositivo stesso. 
 
Già usata in ambiti molto specifici come quello militare, medicale o della ricerca, nel 2009 grazie al miglioramento della tecnologia la realtà aumentata è arrivata al grande pubblico sia come campagne di comunicazione augmented advertising, pubblicate sui giornali o sulla rete, sia attraverso un numero sempre crescente di applicazioni per telefonini, in particolare per smartphone.

Oggi è infatti possibile, con la realtà aumentata, trovare informazioni rispetto al luogo in cui ci si trova (come alberghi, bar, ristoranti, stazioni della metro), ma anche visualizzare le foto dai social network come Facebook o voci Wikipedia sovrapposte alla realtà; trovare i Twittters vicini; ritrovare la macchina parcheggiata; giocare a catturare fantasmi e fate invisibili usando una intera città come campo di gioco; taggare luoghi, inserire dei messaggini in realtà aumentata in un luogo specifico.
 
La progressiva diffusione delle tecniche di realtà aumentata, insieme ai vantaggi che porta, pone d'altra parte problemi sempre più accentuati relativi alla privacy degli utenti; è ormai noto che attraverso un software di riconoscimento facciale sia possibile identificare gli utenti di Facebook semplicemente da un'immagine del loro viso e conoscerne molte informazioni personali, forse anche dati sensibili.
 
Le aziende di tutti i settori ormai utilizzano la realtà aumentata sia in ambiente lavorativo, sia in fase di analisi, produzione e vendita all'interno della loro categoria; del resto ognuno di noi quotidianamente aumenta la propria percezione della realtà attraverso molteplici dispositivi che gli permettono di estrarre il maggior numero di informazioni riguardo al mondo che li circonda (se non addirittura riescono ad alterarne la percezione sensoriale). La Realtà virtuale come ultima generazione di sviluppo della realtà aumentata, permette come dispositivo con il quale le persone si trovano immerse in una situazione nella quale le percezioni naturali dei cinque sensi non sembrano neppure essere più presenti e sono sostituite da altre.
 
Preparare i giovani delle scuole superiori alla conoscenza digitale, formare i professionisti della "REALTÀ AUMENTATA" in funzione del lavoro e dell'impresa innovativa è divenuta un'esigenza dell'epoca in cui viviamo; attraverso EDUCAWEB.IT potrai scoprire quanti e quali corsi sono corrispondenti alla tua richiesta di formazione sia di principiante che professionista di settore.
 
Corsi Correlati
Più letti
Più nuovo