“ A tu per tu con il guru italiano dell'innovazione digitale e la sostenibilità d'impresa ”

Intervista a Enzo Argante,
Presidente e fondatore di Nuvolaverde ed Ideatore di Knowledge
29/04/2015

Chi è Enzo Argante?  Scrittore, giornalista, autore teatrale, conduttore televisivo e uomo d'azienda;nella contraddizione dell'inconscio di Freud un visionario- realista. Oggi a dialogo con noi di Educaweb.it in qualità di  Presidente e fondatore di Nuvolaverde ed Ideatore di Knowledge, modi e mondi nuovi, road show per il lavoro e l'impresa innovativa e sostenibile. 
 
Il nostro portale ha recentemente pubblicato un articolo sulla realtà aumentata, a tale proposito cosa rappresenta Knowledge come primo percorso formativo per educare gli adulti di domani?
 
Dopo l'esordio del 28 marzo all'Aquila, Nuvolaverde ha avviato un percorso nelle scuole superiori per parlare di cambiamento e al tempo stesso lanciare il corso di educazione alla conoscenza digitale. Durante l'evento avvenuto al Maxxi di Roma l'iniziativa realizzata in collaborazione con Rai Educational e il Gruppo 24 Ore ha approfondito l'uso delle nuove tecnologie come strumento primario di condivisione della conoscenza. Soffermandosi sulla relazione tra digitalizzazione della società, sviluppo sostenibile e opportunità di lavoro e impresa. L'appuntamento romano insieme a quelli che si svolgeranno nelle prossime esperienze a Cosenza, Trento, Bergamo, Monza, Napoli, Torino e Milano servirà a lanciare un progetto sperimentale con una Rete Scuola dedicata all'educazione dello Knowmanager.
 
Qual è l'obiettivo dell'iniziativa?
 
Nel corso degli incontri saranno organizzati focus su temi specifici: dalla trasparenza dei social network, al big data, alla cyber mobility, alla sharing economy, fino alla stampante 3D. Grazie anche alla collaborazione con grandi imprese multinazionali e italiane: Autodesk, Cisco, Eutelsat, HP, Ibm, Sap, Telecom, Autodesk, Coop, Enginering, Telespazio. Elemento di raccordo e continuità é il portale Knowledge, realizzato da TSC Lab, che veicola i contenuti di tutte le tappe e diventa la piattaforma per il corso di educazione della Rete Scuola Knowmanager. Una particolare attenzione viene data ai "beni culturali aumentati". Gli studenti saranno infatti sensibilizzati all'uso del digitale per assicurare: efficienza e trasparenza della Pa; sviluppo economico e competitività delle imprese; relazione con le persone e il territorio in funzione sociale; fruizione e valorizzazione digitale del patrimonio culturale. 
 
Quando parliamo Knowmanager ci troviamo di fronte ad una nuova professione o ad uno status a cui tutti i giovani dovranno aspirare per poter interpretare la realtà di oggi e soprattutto di domani? 
 
Forse nel prossimo futuro sarà proprio questo il nome esatto di una delle nuove figure professionali, nel frattempo li abbiamo chiamati Jedi, ispirandoci alla leggendaria figura di Star Wars. Direi che gestire la realtà aumentata dalla rete e dai dati è uno status che genera professioni e imprese innovative. Il corso ideato da Nuovolaverde e proposto attraverso Accadema+ porta proprio il nome di questi mistici cavalieri e propone l'approfondimento sul tema del cambiamento digitale, e in particolare, dei processi di aumento per la fruizione e valorizzazione innovativa dei Beni Culturali: dal big data al social network, dal data journalism alla gestione della produzione in 3D, alla realtà aumentata. 
 
Esiste, quindi, già una fase sperimentale ed un percorso di applicazione a questo ambito formativo?
 
Il corso sperimentale è organizzato in collaborazione con le scuole superiori di Monza e della Brianza e con il Comune di Monza e può contare sugli strumenti messi a disposizione dai media e dalle aziende partner. L'esperienza sarà messa online per consentirne la fruizione a distanza. Gli allievi saranno istruiti su: comunicazione digitale; web writing; cloud; data management; Internet of everythings; microblogging; web reputation; video editing; progettazione e stampa 3D; progettazione e realizzazioni di realtà aumentata. L'obiettivo del corso di educazione è fornire gli strumenti espressivi e gestionali necessari alla gestione della conoscenza digitale. Con un'attenzione speciale ai beni culturali: sia dal punto di vista promozionale (web marketing, social networking) che della relazione con visitatori e turisti (realtà virtuale e aumentata). Attraverso il tour - conclude - sarà costituito un network nazionale di gruppi di lavoro giovanili per la patrimonializzazione digitale dei beni culturali.
 
 
 
EDUCAWEB.IT il primo portale italiano che sostiene la formazione ma soprattutto che "tiene" al tuo futuro
 

Corsi Correlati
Più letti
Più nuovo