Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori per la tutela e l'aggiornamento della professione

Redazione Educaweb.it
01/03/2016

Il Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori è un ente pubblico non economico istituito al fine di tutelare la correttezza dell'esercizio verso i consumatori che chiedono servizi professionali. L'iscrizione all'Ordine è obbligatoria.
Scopriamo la sua struttura

Il CNAPPC coordina e sovrintende il sistema ordinistico italiano, costituito da 105 Ordini provinciali, preposto alla tenuta dell'Albo professionale, alla vigilanza sullo svolgimento della professione e all'esercizio delle relative funzioni di magistratura.
I Consigli direttivi degli Ordini sono eletti ogni 4 anni dagli iscritti alle strutture provinciali.
Gli organismi regionali, Consulte e le Federazioni, sono organismi volontari che raggruppano gli Ordini provinciali con lo scopo di condividere iniziative connesse alla tutela ed alla promozione della professione di architetto, pianificatore, paesaggista e conservatore.
Il sistema di rappresentanza della professione di architetto è composto, a livello internazionale, da una serie di organismi che coordinano le attività dei diversi ordini professionali e organizzano manifestazioni ed eventi finalizzati alla promozione della qualità del progetto.

E di cosa si occupa?

Il Consiglio Nazionale interloquisce con Governo e Ministeri competenti sulle politiche riguardanti la professione, l'edilizia e il territorio con l'obiettivo di tutelare la collettività e promuovere la cultura architettonica.
Il CNAPPC sviluppa attività politiche, culturali e formative rivolte agli oltre 155mila iscritti al fine di valorizzare la qualità progettuale in coerenza con il patrimonio culturale e la qualità della vita dei cittadini italiani.
Il Consiglio Nazionale assume delle determinazioni al fine di fornire il proprio parere e la propria interpretazione in merito a provvedimenti e leggi concernenti l'esercizio della professione. Inoltre esprime  pareri sulle parcelle e sulle controversie professionali.
Per quanto concerne l'aggiornamento, la professione di architetto è sempre più complessa e non solo per la composita macchina normativa che caratterizza il lavoro nell'architettura, nelle costruzioni e nell'urbanistica, ma anche per le recenti norme della riforma delle professioni. Si rendono così necessarie politiche di aggiornamento in un processo di costante riqualificazione.
Per migliorare e modernizzare la professione il CNAPPC ha accolto lo stimolo ad adeguarsi a quasi tutti i collegi europei, approntando il "Regolamento per l'aggiornamento e lo sviluppo professionale continuo" (ECM).
Ottenuta l'approvazione dal Ministero della Giustizia sul Regolamento, dal 1° gennaio 2014 è entrato in vigore l'articolo 7 della Riforma degli Ordinamenti Professionali che disciplina la formazione continua obbligatoria degli Architetti e di tutti i professionisti iscritti agli Ordini.

Cosa aspetti ad aggiornarti? Visita il nostro portale EDUCAWEB.IT e scopri i corsi per l'erogazione della formazione continua professionale nel settore dell'architettura!
Corsi Correlati
Più letti
Più nuovo