Essere un fisioterapista: dalla formazione al lavoro

Redazione educaweb.it
09/04/2018

Essere un fisioterapista: dalla formazione al lavoro
 
Di cosa si occupa il fisioterapista?
Persone con disabilità fisiche e problemi di motricità si rivolgono a questa figura professionale. Il fisioterapista segue il paziente non solo nella cura e riabilitazione ma è anche in grado di fornire direttive specifiche sulla prevenzione.
È suo preciso compito individuare primariamente i fattori che causano i sintomi di malessere nel paziente per elaborare, in seguito, una cura riabilitativa mediante trattamenti svolti sia manualmente che con il supporto di attrezzature meccaniche.
L'obbiettivo finale è riportare il paziente a una situazione di benessere tanto fisico quanto psicologico.
 
Come diventare un fisioterapista?
Il diploma universitario di fisioterapista è valido come esame di stato e ti abiliterà all'esercizio della professione. A differenza di altri mestieri non esiste un vero e proprio albo, ma ci sono due realtà indipendenti che tuteleranno la tua professione: la Federazione Italiana Fisioterapisti e l'Associazione Italiana Fisioterapisti.
Attraverso lauree magistrali potrai specializzarti ulteriormente scegliendo l'indirizzo che più rappresenta la tua vocazione.   
 
Quali sono gli sbocchi professionali?
Gli sbocchi professionali non mancano!
Il fisioterapista è un operatore sanitario che esercita il mestiere come libero professionista o collaborando insieme a medici e ad altre figure sanitari. Se si sceglie la strada del libero professionista lavorerai in proprio o come consulente in regime di partita IVA. Se si sceglie di essere dipendenti la scelta verterà sulla sfera di una realtà pubblica o privata.
 
Per scoprire di più su corsi ed obbiettivi professionali visita https://www.educaweb.it/nf/corsi-di/fisioterapia/, troverai più di duecento corsi tra cui scegliere!
 
 
 
Corsi Correlati
Più letti
Più nuovo