Educatore professionale

Descrizione
L'educatore professionale svolge compiti di progettazione e gestione di interventi educativi e formativi. La sua azione è rivolta prevalentemente a persone in situazione di difficoltà o disagio attraverso attività di prevenzione, recupero, sviluppo e promozione della persona.
Attività lavorativa
L'attività dell'educatore professionale può svolgersi in diversi contesti lavorativi. Settore socio-sanitario Nel settore socio-sanitario, il ruolo dell'educatore è prevalentemente orientato alla relazione di aiuto: fra i suoi utenti possono esserci portatori di handicap, pazienti psichiatrici, tossicodipendenti. In questo caso egli ha il compito di progettare e realizzare interventi educativi in grado di valorizzare le potenzialità dei propri utenti nell'ottica di un intervento di recupero/riabilitazione. Settore socio-assistenziale In ambito socio-assistenziale, invece, l'azione dell'educatore è per lo più rivolta alla cura e alla prevenzione di situazioni di marginalità, devianza e disagio sociale. In questo secondo caso il suo intervento si realizza sul territorio, a diretto contatto con il contesto e l'ambiente sociale di appartenenza degli utenti (ragione per cui si parla anche di "educatore di strada"). I suoi compiti spaziano dagli interventi domiciliari per il sostegno scolastico alla realizzazione di progetti di quartiere volti a prevenire le tossicodipendenze, l'emarginazione e l'abbandono scolastico. Settore dell’animazione culturale Nel settore dell'animazione culturale, infine, l'educatore opera in situazioni di cosiddetta "normalità", prevalentemente attraverso la promozione di momenti ed opportunità di aggregazione, scambio culturale e animazione sociale. Rientrano in questo campo: - La realizzazione di attività ludiche e vacanze gioco per bambini. - L'organizzazione di eventi formativi e culturali per adulti. - La gestione di spazi e strutture ricreative. In tutti questi settori l'educatore professionale è solitamente inserito all'interno di équipe multidisciplinari (psicologi, medici, assistenti sociali) in cui la sua azione può riferirsi sia a compiti pratico-operativi, sia a funzioni di coordinamento.
Profilo professionale
Per lavorare come educatore professionale dovrai:
- Avere una preparazione psico-pedagogica orientata soprattutto alla fase di progettazione e realizzazione degli interventi educativi.
- Avere capacità di animazione e gestione dei gruppi.
- Avere conoscenze di base nel campo della sociologia, delle tecniche di osservazione e della medicina per l'analisi dei fabbisogni e la valutazione delle situazioni di partenza degli utenti.

Specie per il lavoro sul campo, devi possedere capacità di ascolto, essere in grado di relazionarti agli altri, di comunicare e di instaurare un rapporto empatico e di autentica accoglienza.

Infine, per il lavoro d'équipe, dovrai avere attitudine al coordinamento e all'organizzazione, predisposizione al lavoro di rete e al teamworking.