L'amministratore di condominio, da attività dopo lavoro a professione full time

Redazione di Educaweb
16/12/2014

Formazione obbligatoria e aggiornamento sono i nuovi capisaldi di una figura professionale sempre più richiesta e ben retribuita.
Sai che l'amministratore di condominio oggi può essere una vera e propria professione? Se in passato questo ruolo era svolto essenzialmente nel dopo lavoro, oggi invece è diventato un'attività retribuita e a tempo pieno. Il merito è da attribuire alle recenti riforme che hanno reso indispensabile la presenza di un amministratore nel caso di condomini che ospitano più di 8 condòmini, regolamentando questa figura professionale: per operare come tale, un amministratore di condominio deve aver svolto uno specifico percorso di formazione, finalizzato ad acquisire determinate competenze. 
 
Se si è dotati di capacità organizzativa e di buona volontà, questa professione può rivelarsi sicuramente una fonte di guadagno di non poco conto. Ma come si diventa amministratore di condominio? Il Ministero della Giustizia, con un recente regolamento, ha voluto chiarire quali siano i percorsi formativi per diventare amministratore di condominio. Scopriamoli insieme. 
 
Cosa cambia con le nuove normative
Come abbiamo detto, la riforma della gestione dei condomini ha aperto lo spazio per una nuova figura professionale: l'amministratore di condominio. In passato questa figura non era ritenuta in certi casi necessaria, le nuove norme ribadiscono invece la necessità di un professionista del settore per ogni stabile, anche per quanto riguarda la gestione degli spazi comuni adiacenti agli edifici, divenuta nel tempo sempre più articolata e complessa.
 
Diventare amministratore di condominio: la formazione obbligatoria
Per diventare amministratore di condominio, è necessario partecipare a un corso di formazione abilitante all'esercizio della professione, della durata di almeno 72 ore, di cui un terzo è costituito da esercitazioni pratiche.
 
E dopo, è necessario continuare a studiare?
La formazione periodica obbligatoria necessaria per l'aggiornamento delle competenze dell'amministratore, è stata definita con cadenza annuale. Dovrà avere una durata di almeno 15 ore e riguardare "elementi in materia di amministrazione condominiale, in relazione all'evoluzione normativa, giurisprudenziale e alla risoluzione di casi teorico-pratici".
 
Entrambi i percorsi formativi possono svolgersi anche online, a differenza dell'esame finale che abilita alla professione e che deve essere obbligatoriamente sostenuto in presenza. 
 
Su Educaweb.it puoi trovare corsi di formazione riconosciuti e accreditati per diventare amministratore di condominio: confronta le diverse opportunità e scegli quella che fa al caso tuo!
 
Corsi Correlati
Più letti
Più nuovo