Come scegliere l'università: i consigli per non sbagliare

Redazione di Educaweb
23/07/2015

Alcune dritte suggerite dai nostri esperti di orientamento per andare nella giusta direzione.
Vi siete appena diplomati e state ancora valutando quale università scegliere? La vostra indecisione è comprensibile perché si tratta di una scelta davvero importante: dopo il diploma, questo rappresenta un'altro passo decisivo per cominciare a pianificare il proprio futuro professionale, in poche parole per decidere cosa "fare da grandi". Noi di Educaweb siamo qui per darvi alcuni consigli utili per non perdere la 'rotta' in un mare di possibili alternative:

1) Non essere troppo frettolosi nella scelta

Essere troppo frettolosi nella scelta, dicono gli esperti di orientamento, non vale la pena ed è bene tenere in considerazione molti fattori. E' importante capire che si tratta di una scelta personale: i consigli dei genitori o degli insegnanti sono utili, ma nessuno meglio di noi sa chi siamo e cosa ci piacerebbe fare nel futuro.

Il primo aspetto da tenere in considerazione, è se iscriverci all'università è quello che ci interessa davvero, o se invece sarebbe più opportuno optare per la formazione professionale, frequentare un conservatorio musicale, un'accademia di belle arti o una scuola privata di qualsiasi genere.

La possibilità di mettersi immediatamente alla ricerca del lavoro esiste, ma è bene ricordare che tutti i settori professionali richiedono una sempre maggiore specializzazione e un continuo aggiornamento delle proprie competenze. Al di là degli studi propriamente accademici, oggi le opportunità post-diploma si sono moltiplicate, sia per quantità che per qualità, ed è possibile continuare a studiare in molti altri modi.

Capire chi siamo e dove vogliamo (e possiamo) andare

Se dopo un attenta valutazione abbiamo deciso che l'Università fa davvero per noi, possiamo passare alla scelta della facoltà che più si addice alle nostre esigenze. Fondamentale, in questo contesto, è capire quali sono i nostri interessi, i nostri limiti, le nostre capacità; parallelamente, reperire informazioni aggiornate sul mondo del lavoro e sulle facoltà che offrono maggiori sbocchi professionali. Mettendo insieme questi due fattori sarà più facile selezionare le facoltà che più ci interessano.

Siamo disposti a spostarci? 

Ovviamente, nella scelta di un ateneo, conterà anche l'eventuale disponibilità a soggiornare in una città diversa da quella in cui si vive, che comunque comporta dei costi non indifferenti. Per questo sarà indispensabile coinvolgere anche la propria famiglia e fare due conti per capire se una decisione sia più o meno sostenibile. Esistono comunque delle borse di studio delle quali è possibile usufruire a patto che si abbiano i requisiti.

Non aspettate l'ultimo momento!

Teniamo presente, infine, che se decidere con troppo anticipo e senza avere le idee chiare può essere un errore, è vero anche che aspettare l'ultimo momento può farci perdere qualche opportunità. Oltre ai cinque corsi di laurea a numero chiuso (Architettura, Medicina, Odontoiatria, Medicina veterinaria e Professioni sanitarie) sono aumentati, infatti, gli atenei che limitano il numero delle pre-iscrizioni o che prevedono un test selettivo all'ingresso.

Per qualsiasi vostra necessità di orientamento professionale, tenete presente che oggi esistono servizi e strumenti innovativi, in grado di aiutarvi nelle vostre scelte come, ad esempio, il software S.OR.PRENDO
 
 
Corsi Correlati
Più letti
Più nuovo