Conosci i tuoi livelli di competenza linguistica?

Redazione di Educaweb
04/08/2015

Scoprili con Educaweb e migliora la tua preparazione!
Conoscere bene le lingue è un buon asso nella manica per trovare lavoro, non c'è bisogno di dirlo. Ma come comunicare efficacemente a chi non ci conosce quanta confidenza si ha con una determinata lingua? Per poter dare una risposta concreta a questa domanda, il Consiglio d'Europa ha stabilito alcuni livelli di competenza linguistica riconosciuti su scala internazionale e individuati in base a uno schema descrittivo. Indicando sul cv un livello A2 di inglese autocertifichiamo, ad esempio, che siamo in grado di conversare in inglese su argomenti vari in modo molto semplice, utilizzando pochi vocaboli di uso familiare. 
 
Essere consapevoli del proprio livello di conoscenza linguistica è quindi molto importante. Ecco allora una miniguida ai livelli e i link ai corsi per migliorare la tua preparazione.  
 
IL QCER
 
Il Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue (QCER), tradotto dall'inglese Common European Framework of Reference for Languages (CEFR) si articola in sei differenti livelli di conoscenza linguistica a loro volta raggruppati in tre fasce di competenza
 
FASCIA BASE
 
 Livello Base A1 (Breakthrough)
 
Per rientrare in questo livello è necessario conoscere anche un minimo la lingua inglese,  tanto da riuscire a presentare se stessi a un'altra persona.
 
Livello Elementare A2 (Waystage)
 
In questo caso il candidato riesce a stabilire una conversazione su vari argomenti anche se a un livello piuttosto semplice e utilizzando parole di uso comune e familiare. 
 
 
FASCIA AUTONOMIA
 
Livello Pre-intermedio B1 (Threshold)
 
Chi appartiene a questo livello è in grado di tenere una conversazione su argomenti che riguardano il lavoro, la scuola e il tempo libero. Si muove con disinvoltura nel Paese di lingua straniera, ha una buona padronanza della lingua ed è in grado di scrivere un testo in cui si parla di argomenti familiari e di interesse personale. 
 
Livello Intermedio B2 (Vantage)
 
Identifica la capacità di comprendere testi più complessi su argomenti astratti e concreti, di produrre un testo esprimendo il proprio punto di vista; di riuscire a instaurare una conversazione con i nativi senza che questi ultimi abbiano difficoltà nel comprenderlo.
 
 
FASCIA PADRONANZA 
 
Livello Post-intermedio C1  (Effective Operational Proficiency)
 
Per raggiungere questo livello occorre: aver maturato la capacità di comprendere testi complessi arrivando al significato implicito, di destreggiarsi con la lingua in contesti scolastici, accademici e lavorativi e di saper scrivere testi di argomento vario: avere una buona padronanza del lessico e delle strutture grammaticali. 
 
Livello Avanzato C2 (Mastery)
 
Il candidato dimostra un'ottima padronanza della lingua sia orale che scritta, è in grado di riassumere e comprendere con disinvoltura conversazioni  molto complesse mostrandosi in grado di cogliere anche le più sottili sfumature.
 
Come abbiamo detto all'inizio, è importante che specifichiate nella sezione del curriculum vitae dedicata alle competenze linguistiche, oltre alle lingue conosciute, anche i livelli di competenza, per rendere più chiara la vostra conoscenza della lingua straniera. A maggior ragione se state cercando lavoro in un paese straniero! 
 
Quello che ci sentiamo di consigliarvi è di essere sinceri da questo punto di vista: non vi servirebbe a nulla attribuirvi competenze che non avete! Piuttosto cercate di migliorarvi investendo nella formazione e in esperienze di studio all'estero!
 
 
Corsi Correlati
Più letti
Più nuovo