UE e formazione: nuovi provvedimenti a partire dal 10 giugno 2016

Redazione di Educaweb.it
20/06/2016

La Commissione Europea affronta i cambiamenti del mercato del lavoro ed annuncia 10 provvedimenti, in attuazione nei prossimi due anni.
Il sito ufficiale della Commissione Europea ha reso noto il lancio di una serie di provvedimenti, che verranno attuati nei prossimi due anni. Alcuni di questi provvedimenti sono entrati in vigore il 10 giugno 2016, con l'adozione della "New Skills Agenda for Europe: Working together to strengthen human capital, employability and competitiveness".

Di cosa si tratta?

Questi provvedimenti mireranno a garantire il giusto supporto ed una corretta formazione per tutti i cittadini dell'Unione Europea.
Attraverso queste azioni, l'UE ha l'obiettivo di permettere alle persone di sfruttare al meglio i mezzi a disposizione, affinché trovino una posizione lavorativa di qualità.
La Commissione Europea ha dunque invitato gli Stati Membri a collaborare su diversi punti, quali: migliorare la qualità della formazione; rendere noti gli strumenti a supporto del cittadino; migliorare la comunicazione con i cittadini e l'usabilità degli strumenti, al fine di agevolare la scelta della propria carriera.

Cosa è accaduto il 10 giugno 2016.

La Commissione Europea propone 10 azioni per i prossimi due anni. Alcune di esse sono state attivate il 10 giugno 2016, con l'adozione ufficiale della New Skills Agenda.
Ecco quali:
-Un provvedimento volto all'alfabetizzazione ed all'acquisizione di un livello minimo di conoscenza della matematica e di competenze digitali; questa attività è rivolta agli adulti scarsamente qualificati ed ha l'obiettivo di permettere loro il raggiungimento della qualifica secondaria superiore.
-Una revisione del quadro europeo delle qualifiche e dei relativi allegati, per una più profonda comprensione delle stesse ed un uso migliore di tutti gli strumenti disponibili sul mercato del lavoro europeo. Il quadro intende aiutare gli europei a trasferirsi all'estero per studio o lavoro.
-Il "Digital Skill and Jobs Coalition" che sostiene la cooperazione tra formazione, mercato del lavoro e industria.
-Il "Blueprint for Sectoral Cooperation on Skills", per risolvere la carenza di conoscenze in specifici settori economici. L'obiettivo è quello di sviluppare azioni concrete sulla formazione, in modo da soddisfare le competenze a breve e medio termine necessarie a sostenere la strategia settoriale globale. La nascita di nuovi settori e lo stravolgimento di quelli vecchi saranno guidati dalla cosiddetta "rivoluzione tecnologica" ed avranno due conseguenze: alcune classiche posizioni verranno rimpiazzate mentre altre, nuove, porteranno alla richiesta di figure professionali in grado di governare i più recenti metodi produttivi.

Se ti interessa intraprendere un corso di studi all'estero e vuoi migliorare le tue competenze, visita il nostro portale Educaweb.it e trova la formazione più adatta a te!
Corsi Correlati
Più letti
Più nuovo