Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili

Redazione di Educaweb.it
14/07/2016

Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili (C.N.D.C.E.C.) nasce il 1° gennaio 2008, a seguito dell'unificazione degli albi dei dottori commercialisti, dei ragionieri e periti commerciali.
La laurea in Economia è sempre di più ambita dagli studenti italiani, poiché è un corso di studi che forma professionisti con competenze trasversali in ambito finanziario, gestionale e legale (ve lo abbiamo raccontato qui).

Ma che cosa accade una volta laureati?

Se si aspira a diventare Esperti Contabili o Dottori Commercialisti, la soluzione è solo una: entrare a far parte del CNDCEC. Questo difficile acronimo sta ad indicare l'albo a cui è necessario appartenere per esercitare la professione di Dottore Commercialista.
Questo titolo spetta soltanto a coloro che abbiano superato un Esame di Stato, che consiste in tre prove orali ed una scritta.
Per poter accedere a questo test, è necessario aver conseguito una Laurea Magistrale in Economia ed aver intrapreso un periodo di praticantato di almeno 18 mesi presso un professionista già abilitato.
Il CNDCEC ha stabilito presupposti ed obiettivi del suo progetto sui questi punti  fondamentali: 
•    La creazione di una Autorità di Certificazione Autonoma ed accreditamento al CNIPA (al       pari dei Notai, degli Avvocati, e di importanti Enti Pubblici, ecc.);
•    L'inserimento all'interno del Certificato di sottoscrizione del Ruolo Professionale;
•    Emissione di una smart card dell'Ordine, con banda magnetica (utilizzabile ad esempio per la rilevazione delle presenze ai corsi).

Cosa fa un Dottore Commercialista?

Un Dottore Commercialista ha competenze tecniche in diversi ambiti: commerciale, economico, finanziario, tributario o di ragioneria.
Alcuni tra i principali oggetti della professione del Dottore Commercialista sono:
•    amministrazione e liquidazione di aziende, di patrimoni e di singoli beni;
•    perizie e consulenze tecniche; ispezioni e revisioni amministrative;
•    verifica sull'attendibilità di bilanci, di conti, ed altri documenti contabile;
•    avarie.

Un Dottore Commercialista iscritto al CNDCEC può esercitare la professione in tutto il territorio Italiano ed il suo operato è vigilato dal Ministro della giustizia, che esercita il suo controllo sia direttamente sia per mezzo di presidenti o procuratori generali di Corte di appello.

Un Dottore Commercialista ha inoltre una grossa responsabilità: egli ha, infatti, l'obbligo del segreto professionale ed è passibile di pene civili e penali.

Se questo articolo ti è piaciuto e desideri  rimanere aggiornato su tematiche legate al mondo della formazione e del lavoro, scoprine altri sull'emeroteca di Educaweb.it!
 
Corsi Correlati
Più letti
Più nuovo