A Firenze il primo festival internazionale di editoria

17 -19 febbraio Fortezza da Basso
Redazione di Educaweb.it
07/02/2017


 
Per la prima volta a Firenze un festival interamente dedicato al mondo editoriale, "Firenze Libro Aperto", in programma dal 17 al 19 febbraio presso il Padiglione Spadolini della Fortezza da Basso.
 
La manifestazione vuole puntare i riflettori su tutti quelli che sono i meccanismi e le dinamiche del mondo editoriale. Il tema centrale di questa prima edizione è la "comunicazione interrotta", analizzata sotto tutti i suoi diversi aspetti, da qui lo slogan dell'evento "Le parole non bastano più?".
Per affrontare questa tematica sono stati organizzati numerosi incontri e convegni, per promuovere il confronto e favorire il dibattito. Ospiti di spicco, rappresentanti dei diversi settori del mondo editoriale, animeranno queste giornate, illustrando, attraverso la loro esperienza, le tematiche scelte per ogni incontro e dando vita a nuovi spunti e riflessioni.
 
Il programma è stato studiato per poter avvicinare tutti al mondo dell'editoria, dagli adulti ai più piccoli, dalle grandi alle piccole e medie case editrici, con lo scopo di realizzare un grande evento che non crei distanze, ma favorisca la diffusione e la condivisione di idee. Per questo motivo il padiglione è stato pensato per divenire un grande open space, dove non ci saranno divisioni tra grandi e piccole case editrici, ma tutte, le une accanto alle altre, potranno mostrarsi, spiegarsi e coinvolgere i visitatori.
 
Nelle sere di venerdì e sabato, a partire dalle 22, il festival sarà inoltre animato da 4 concerti, per creare un ulteriore momento di condivisione attraverso la musica.
 
Quando si pensa ad un evento legato al mondo dell'editoria la parola chiave è sicuramente il "libro" e, di conseguenza, lo scrittore che lo ha ideato. In realtà il mondo dell'editoria cela al suo interno numerose professionalità e noi, di seguito, vogliamo illustrarvene alcune.
 
I mestieri legati al mondo dell'editoria
 
Direttore editoriale: è il principale responsabile delle scelte editoriali della casa editrice e decide in merito all'acquisizione dei diritti sulle opere. È anche colui che decide di mettere o meno sotto contratto gli autori. Nel caso di piccole e medie imprese questa figura spesso coincide con quella dell'editore.
Redattore: è colui che trasforma l'idea e i contenuti dell'autore in un libro, coadiuvato dal grafico per tutto ciò che riguarda il layout della pubblicazione. Il redattore controlla che il libro non mostri lacune di nessun genere, né tantomeno errori nel testo e nella grafica.
Tipografo: colui che dà vita al libro, eseguendone la stampa vera e propria. Con gli anni e le rivoluzioni scientifiche ed informatiche questo mestiere antico ha subito grandi stravolgimenti per quanto riguarda le tecniche e ha perciò affrontato continui aggiornamenti, che ne fanno un lavoro altamente specializzato.
Pubblicitario: ogni prodotto editoriale deve essere veduto sul mercato. Il ruolo del pubblicitario è quello di sponsorizzare il prodotto ed aumentarne la visibilità, così da poter aumentare le vendite e di conseguenza promuovere la casa editrice che lo ha realizzato.
Grafico Editoriale: affinché un libro o un prodotto editoriale riesca a comunicare il suo contenuto la grafica deve essere studiata attentamente. Spesso testi ed immagini convivono all'interno della pubblicazione, ma affinché il risultato sia buono ogni soluzione grafica, di design e di impaginazione deve essere attentamente studiata e progettata, per creare un prodotto armonico e di qualità e con una forte potenza comunicativa in ogni sua parte.
 
Se sei interessato a scoprire quali altri profili lavorativi sono legati al mondo dell'editoria e vuoi scoprire i percorsi formativi ad essi connessi visita l'offerta formativa di Educaweb.it
 
Corsi Correlati
Più letti
Più nuovo