Il rischio elettrico sul luogo di lavoro: come formarsi correttamente

Redazione di Educaweb.it
09/06/2017

Spesso non ci si rende conto del fatto che, ovunque sia presente una fonte di alimentazione elettrica lo è anche un forte rischio di esposizione.

Generalmente, negli ambienti di lavoro, il rischio elettrico è diffuso ovunque, tuttavia ci sono delle particolari attività professionali per le quali questo rischio risulta essere maggiore, come ad esmpio il settore dell'edilizia, le carrozzerie meccaniche ed il settore metalmeccanico in genere. Inoltre esistono delle particolari tipologie di attività lavorative durante lo svolgimento delle quali gli addetti sono esposti a rischio elettrico per via di eventuali "interferenze"; un esempio sono tutte quelle attività che si svolgono in presenza di elementi conduttivi come acqua o metalli.

La sicurezza degli impianti elettrici è ormai per legge un obbligo, con lo scopo di garantire l'incolumità dei lavoratori, o per chiunque si ritrovi per qualsiasi ragione ad aver a che fare con un potenziale rischio.

Pertanto è prevista una formazione specifica per tutti i lavoratori che, indipendentemente dal settore di appartenenza, svolgano attività durante le quali possono trovarsi esposti a rischio elettrico. Il D. Lgs. 81/08 prescrive infatti che i Responsabili e i lavoratori addetti ai lavori elettrici siano formati secondo le indicazioni delle vigenti norme tecniche, tra le quali la Norma CEI 11-27, CEI EN 50110-1 (CEI 11-48). I corsi di formazione riguardanti la prevenzione del rischio elettrico sui luoghi di lavoro sono erogati da specifici enti autorizzati.

Consulta l'offerta formativa di Educaweb.it per trovare il corso più vicino a te.
Corsi Correlati
Più letti
Più nuovo