Ifts, Its e Gap Year: le tre (e più) soluzioni per lavorare dopo il diploma

Redazione di Educaweb.it
26/08/2016

Settembre bussa alle porte e l'idea di un'immatricolazione universitaria non attrae tutti gli studenti. Vediamo assieme le alternative per i più pragmatici!
Tasso di occupazione: in media, 8 su 10. Percorsi professionalizzanti, calibrati sulle potenzialità e le competenze di ciascun partecipante. Possibilità di fare esperienza all'estero e imparare una lingua straniera.
Tutti questi dati, che faranno sicuramente brillare le pupille di molti giovani neodiplomati (e non solo!), riguardano un nuovo tipo di formazione che, stando ai numeri, dà lavoro.
Durante questi anni di crisi economica, alcuni istituti si sono impegnati nella ricerca; tra questi, Indire ha cercato di capire quali fossero le competenze rilevanti per trovare lavoro, consultando i primi interessati: le imprese. Dai risultati di queste analisi, sono nati diversi corsi professionalizzanti e sono state implementate delle modifiche a quelli già esistenti.
Al momento, i percorsi di formazione professionale post diploma più rilevanti sono: Ifts, Its e Gap Year.
Vediamoli nello specifico.
 
Ifts
Anagramma di "Istruzione e Formazione Tecnica Superiore", hanno durata annuale (1000 ore di cui almeno 30% stage) e sono aperti a diplomati e non.
Questi corsi devono essere organizzati da almeno quattro enti formativi e devono attingere, per quanto riguarda il personale docente, al 50% dai professionisti delle imprese.
Attualmente esistono 20 diversi tipi di corsi Ifts; unica pecca: solo 8 regioni in Italia hanno aderito e li hanno attivati con regolarità!
 
 
Its
Istituti Tecnici Superiori, si articolano in due anni di studio e stage e prevedono 6 diverse specializzazioni, a scelta tra: Mobilità sostenibile, Nuove tecnologie per la vita, Nuove tecnologie per il Made in Italy, Tecnologie innovative per i beni e le attività culturali-Turismo, Tecnologie della informazione e della comunicazione.
Dal 2010 ad oggi ne sono stati attivati 509 e il Miur (Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca) afferma che il tasso di occupazione a 12 mesi dal titolo si assesta sull'81,1%: 1.002 diplomati al lavoro, 904 dei quali hanno ottenuto un'occupazione inerente al proprio percorso di studi.

Gap Year
Qualcuno lo chiama ancora "anno sabbatico": è un intervallo (generalmente di un anno) in cui si affronta un'esperienza all'estero, dal lavoro part time a progetti di volontariato.
In questo periodo non si studia e non si ha un vero e proprio contratto di lavoro, ma ci si arricchisce enormemente dal punto di vista umano e, a seconda della meta, linguistico.
Anche Erasmus+, la nuova programmazione Erasmus, permette di partecipare al Servizio civile all'estero: un'esperienza di 12 mesi, per ragazzi/e dai 17 ai 30 anni, con la copertura delle spese di vitto e alloggio e il rimborso del viaggio.
 
Se non hai le idee chiare sul tuo futuro, non entrare nel panico: consulta l'emeroteca di Educaweb.it per scoprire come formarti, in Italia e all'estero.
Corsi Correlati
Più letti
Più nuovo