Chi trova lavoro dopo la tesi? Al top Ingegneria

Redazione Educaweb
28/01/2016

A un anno dalla laurea il 76,5% dei laureati in Ingegneria ha un lavoro.
Altro che luogo comune, è una sacrosanta verità: per trovare subito lavoro serve una laurea in Ingegneria. A testimoniarlo sono i dati del diciassettesimo rapporto sull'occupazione dei laureati pubblicati da AlmaLaurea che indica il corso di laurea in Ingegneria ai primi posti in Italia per il tasso di impiego e per la soddisfazione dei suoi laureati.
A un anno dalla laurea magistrale il 76,5% trova subito un occupazione e l'indice migliora a cinque anni dal titolo, con il 92,9% occupato e soprattutto con il guadagno medio netto mensile di 1.628 euro, più alto rispetto agli altri. Addirittura gli ingegneri informatici trovano un occupazione prima di concludere gli studi. Sono talmente richiesti che, per loro, lo snervante invio multiplo dei curricula non esiste.
Nella classifica di qualità Censis Ingegneria è da dodici anni nelle primissime posizioni per produttività, didattica, ricerca e rapporti con l'estero. Nella ricerca è all'avanguardia in tutti i settori tecnologici di punta: dalle nanotecnologie ai robot, dai materiali innovativi alla modellistica per l'ambiente, dall'edilizia ai motori ibridi, dall'ingegneria sismica e del vento alla sicurezza, dalla logistica alla produzione di energia pulita, dalle emissioni elettromagnetiche al risanamento di aree inquinate, dall'ingegneria del software all'e-commerce, dalla qualità alla microelettronica, dalle reti di calcolatori alle tecnologie biomedicali, dalla computer graphics alla realtà virtuale, dai sistemi multimediali all'ingegneria economico-finanziaria, dall'automazione industriale alla progettazione navale nautica.

Cosa studia e quali sono gli indirizzi

I corsi di laurea in Ingegneria preparano i futuri laureati ad applicare conoscenze e risultati inerenti scienze come la matematica, la fisica e la chimica.
Gli indirizzi dei corsi di laurea in Ingegneria sono molteplici, dalla nota Ingegneria Gestionale, Civile, Ambientale, Meccanica, Edile, Chimica, Elettrica, Elettronica, delle Telecomunicazioni o Informatica a quelli piu' specifici come Ingeneria Aerospaziale, Biomedica, dei Materiali e della Nanotecnologie, Industriale, Energetica o dell'Automazione.

Come iscriversi all'Albo

Requisito indispensabile per svolgere la professione di Ingegnere è essere iscritti, previo superamento dell'apposito Esame di Stato, nella Sezione A dell'Albo professionale degli Ingegneri.
Con la Laurea Triennale e dopo aver superato l'esame di stato puoi iscriverti alla Sezione B dell'Albo degli Ingegneri. Con la Laurea Magistrale, successiva alla Laurea e dopo aver superato l'esame di stato, puoi iscriverti alla Sezione A dell'Albo degli Ingegneri.
Il laureato magistrale in Ingegneria edile-architettura può accedere alla Sezione A dell'Albo degli Ingegneri e degli Architetti. Ciascuna Sezione è caratterizzata da specifiche competenze professionali, più ampie quelle della Sezione A riservata ai laureati magistrali.

Volete conoscere anche altre opportunità di formazione professionale in questo settore?
Provate a inserire la parola chiave "ingegneria" sul nostro motore di ricerca... troverete molti corsi interessanti per voi!
Corsi Correlati
Più letti
Più nuovo